lunedì 29 giugno 2015

TSIPRAS

cacasotto. raccogli quella poca dignità che ti resta e togliti dai coglioni. preferisco pagare oggi i tuoi debiti che la tua dabbenaggine per i prossimi 50 anni.

giovedì 25 giugno 2015

CELLINI DI M* CHE IL VENTO LI DISPERDA

mi sembra che i ciellini stiano prendendo la testa del sondaggio a destra. e ciò non può che vedermi concorde.

lunedì 22 giugno 2015

domenica 21 giugno 2015

A GRANDE RICHIESTA

a grande richiesta (più o meno), un nuovo sondaggio qui a destra.
"chi è peggio".
vediamo che ne pensate.

E' LUI. SALVEENEE


sabato 20 giugno 2015

CECILIA STRADA

questa tizia ha veramente detto che siccome lei paga le tasse, è lo stato che deve provvedere agli immigrati. indipendentemente dalle condizioni al contorno e da quanti sono. mi domando dove abbia imparato a far di conto la signora strada.
una che, evidentemente, pensa che lo stato i soldi li trovi sugli alberi.
cara amica cecilia strada, devo dirtelo, lo stato i soldi li prende sempre da noi, questo dovresti capire.
e li usa per farci sopravvivere con dei servizi che molto spesso sono già da terzo mondo,  senza che ci dobbiamo mettere pure i clandestini a carico.
ovviamente tutto ciò avviene al netto dei soldi che si inculano i politici di ogni parte ed i loro amici di turno.
vedi alemanno e la destra che adesso sta a fare la morale a quell'incapace di marino.
invece la maggior parte delle persone a parole vogliono risolvere la fame nel mondo con le tasse, ma in presenza di un immigrato non le ho mai viste estrarre cento euro di tasca propria per darglieli.  visto che, tanto, è un problema che deve risolvere lo stato.

giovedì 18 giugno 2015

PAPA FRANCESCO

Papa Francesco, ascolta un consiglio da amico: invece che offrire spritz con i soldi degli altri pensa piuttosto a pagare l'ICI degli immobili della Chiesa che ruba allo stato un sacco di miliardi l'anno.

mercoledì 17 giugno 2015

NEW YORK: LA RECENSIONE DEFINITIVA

1 l'east village è un quartiere veramente di merda.
2 la probabilità di essere colpiti dai passanti mentre si cammina per strada o si è in metropolitana è del 100%, però stai sicuro che ti arriva un "sorry" di scusa in men che non si dica. poco importa che ti abbiano appena staccato un piede con un calcio. ti chiedono scusa e tutti amici come prima.
3 le scale mobili in metropolitana a new york non sono ancora state inventate per cui occorre mettere in conto un migliaio di gradini al giorno.
tutti a magnificare gli stati uniti ma poi se hai un handicap te ne stai a casa tua perché in metropolitana non ci arrivi manco morto.
4 nelle chiese c'è il distributore automatico di acqua santa.
5 il concetto di uscite di emergenza nei tunnel (vedi lincoln  tunnel ad esempio) non è presente a new york. se hai un incidente muori e non hai scampo.
6 il guggenheim è sopravvalutato. sia all'esterno che all'interno.
7 il museo di storia naturale contiene solo riproduzioni in plastica e l'80% dei resti fossili ivi contenuti è finto.
8 i commessi non sanno contare le monete. meglio pagare sempre con carta di credito. ho visto uno da strand contare per 4 volte 8 monete da un dine per verificare che fossero proprio 8.
9 in italia uno può entrare senza documenti e nessuno può permettersi di dire un cazzo perché siam tutti progressisti di sinistra mentre a new york, per vedere la statua della libertà,  vieni perquisito due volte. prima di prendere la barca,  e prima di entrare nel basamento. il tutto ovviamente dopo aver lasciato foto ed impronte digitali all'aeroporto.

non credo ci sia altro.

ah, si. a new york tutti se ne chiavano di tutti, puoi morire li per li e son cazzi tuoi, ma le code sono sacre.
nessuno si sognerebbe di passati davanti.

martedì 16 giugno 2015

INUTILITA

grazie renzi per aver messo la mogherini ad occupare il posto in cui sta a non fare un cazzo di niente.