martedì 30 ottobre 2012

VENDOLONE


vendola afferma:

- renzi: come l'idrolitina nell'acqua morta.
- bersani: debole, con il governo monti il pd ha fallito.
- berlusconi: volto grigio e invecchiato. sembra mubarak.

vorrei che qualcuno gli dicesse frocio solo per vedere se si offende.
sai mai.

martedì 23 ottobre 2012

CETTO LA QUALUNQUE


Secondo voi anche il figlio del ministro Cancellieri è stato "choosy" con il suo primo impiego?

domenica 23 settembre 2012

HENRY MILLER PACE ALL'ANIMA SUA


resto sempre basito quando si scoprono i cosiddetti fenomeni erotico-letterari per donne tipo "50 sfumature di grigio".
primo perché le 50 sfumature di grigio diventano subito nero, rosso, arancio e chi più ne ha più ne metta. (perché, se c'è da guardare al business, manco col cazzo che bastano 16 colori, ci vuole tutto lo spettro del visibile, infrarossi compresi.)
secondo perché io mi domando se la donnina alla moda, che tiene in libro in mano comse se fosse un nerboruto uccello, abbia mai letto opus pistorum.
che, se lo avesse fatto, non starebbe a compiacersi con le amiche oche di un libricciuolo per donne privo di ogni impulso erotico ed oscenità.
starebbe a sditalinarsi in bagno, piuttosto.

mercoledì 12 settembre 2012

POSTE ITALIANE


entro in questo ufficio postale sperando di cavarmela al più presto, con la mia busta imbottita tra le mani, quando noto che, dei tre sportelli, solo due sono occupati mentre quello centrale dei correntisti è libero.
dato che i correntisti possono anche spedire la posta prendo il bigliettino e mi dirigo senza indugio alcuno verso il codicino alfanumerico che mi sta aspettando.

sgrad: "buongiorno, dovrei spedire questa busta a los angeles".
tizia1: "ah come? los angeles? allora non posso mica farlo io. non c'ho il [sdfasfadsfsdaf - e farfuglia qualcosa a caso, ndr]"
sgrad: "vabbé e quindi?"
tizia2: "no, guarda fai così: aspetta che finisca il tizio qui di fianco così la mia collega ti fa subito dopo di lui."

mi metto in fila dietro il tizio del primo sportello e aspetto che finisca.
il problema è che il tizio sta cercando probabilmente di fare una compravendita di una società offshore con capitali di rischio israeliani, perché dopo una decina di minuti e seicento pagine di firme, io sono ancora lì che aspetto che si tolga dai coglioni.
è allora che tizia1 dello sportello centrale mi dice: "senti un po' bello, è meglio se ti metti in fila dietro lo sportello 3, e vedrai che ti sbrighi in un istante."

procedo allora con il mio pacchettino verso la tizia3 mentre tizia1, sopraggiunta alle sue spalle, le spiega che siccome lei non c'ha il "sdfasfadsfsdaf" e tizia2 è intrippata a fare finanza creativa con i subprime americani, non appena avesse finito con il tizio in questione avrebbe dovuto spedirmi sto cazzo di pacchetto a los angeles.
tizia3 mi guarda in cagnesco e continua ad armeggiare con le carte del tizio.

il problema è che il tizio sta cercando di aggiungere, al coefficiente patrimoniale basato sull’attivo ponderato per il rischio, un leverage ratio basato sull’attivo non ponderato, in modo da limitare l’accumularsi di una leva eccessiva.
cosicché dopo un quarto d'ora, sto ancora lì.

ad un certo punto però il tizio decide che si è rotto i coglioni e se ne va,  così cerco di approssimarmi allo sportello quand'ecco che la troia pigia il suo pulsantino di merda e arriva così un cazzo di extra-qualche-stato con un foglietto di carta in mano.
"eh, scusi, ma c'ero io" dico alla tizia3 che ormai è già assorbita nel capire che cazzo stia dicendo questo ebete con un foglietto che si è tenuto nelle mutande da un mese e mezzo, a giudicare da quanto è consunto.
"si, si, un attimo" mi risponde.
penso che forse si è sbagliata a pigiare il pulsantino, ma che siccome non vuol fare la figura di merda col tizio extra-qualche-stato, abbia fatto finta di niente.
aspetto pazientemente che l'extra-qualche-stato si tolga dai coglioni inconcludente, quand'ecco che la troia ripigia il pulsantino.
"ha capito che tocca a me?", le dico.
"ma non ha il 134", dice lei guardando il bigliettino della coda dei correntisti.
"certo che non ce l'ho, sennò perché cazzo la sua collega le avrebbe detto di farmi passare dopo il tizio del leverage, secondo lei?"
"e io che ne so?", mi dice. "mi dicono tante cose qui in ufficio, mica posso stare ad escoltare tutti quanti."

------

non pago di questa performance, il giorno dopo mi trovo a dover spedire un pacco da 108 cm (che non è il mio).
sono quasi tentato di andare da un vettore (una di quelle società di professionisti che spediscono roba per lavoro e non per hobby come Poste Italiane), ma piove, è lontano, e io non c'ho coglioni.
"ma si, dai..", penso.
stavolta vado già nella coda giusta così evito il rimpallo burocratico di tizia1 e 2.
entro nell'ufficio postale e, siccome c'è un tempo di merda, dentro non c'è quasi nessuno.
vado di filata allo sportello spedizioni ed ho solo una persona davanti.
il che sarebbe una cosa positiva, se non fosse che la tizia3 del giorno prima è lì frustrata ed insoddisfatta sul suo scranno e mi guarda già in cagnesco.

"salve devo spedire un pacco", le dico quando è il mio turno.
"un pacco, così lungo? ma ha verificato?"
"verificato cosa?"
"come cosa, che si possa spedire..."
"mi ero illuso che me lo diceste voi se si può spedire visto che lavorate qui, comunque nel sito c'è scritto che fino ad un metro si può spedire tranquillamente e che fino ad un metro e mezzo c'è un piccolo supplemento"
"no no no no no, mai sentito... giovannina!!! vieni qui. il signore dice che vuole spedire un pacco da un metro e otto centimetri. non si può vero? non si può!"
giovannina: "eh no caro signore, non si può più. massimo ottanta centimetri."
sgrad: "ma come non si può più se ho controllato ieri nel vostro sito?"
tizia3: "eh, no... ma si figuri... guardi, dato che è molto fino potremmo dire che, vabbé, è un po' più lungo di un metro... diciamo che lo spediamo lo stesso perché è fino, eh? facciamo cosi?"
sgrad: "le dirò... non è che mi deve fare un piacere personale. vorrei solo sapere se potete spedire sto cazzo di pacco sennò vado da uno che lo fa di lavoro e chemagari mi dice subito se è in grado di spedirlo senza farmi perdere tempo. non dico che vorrei sapere quanto costa, eh, questo mi pare obiettivamente troppo... ma se è possibile spedirlo ci terrei a saperlo, si."
tizia3: "ma come vorrebbe spedirlo?"
sgrad: "io vorrei spedirlo. punto. va bene un qualsiasi pacco ordinario"
tizia3 + giovannina:"eh... ma vabbé, lo dica allora che vuole spedire con il pacco ordinario, è ovvio che allora si può no? non l'ha mica detto..."
sgrad: "ma quando cazzo ho mai parlato del modo in cui spedirlo, che fino ad un secondo fa manco sapevate se si poteva spedire o no..."
tizia3: "si, si, va bene, dai, abbiamo capito: pacco ordinario, dai. certo che se non ce lo dice..."
sgrad: "si dai, vada per il pacco ordinario che facciamo notte".
tizia3: "si, ma scusi un attimo... perché vuole fare l'ordinario se il celere3 le costa praticamente uguale ed arriva prima?"
sgrad: "ah, già che scemo che sono"
tizia3:"ah, aspetti un attimo, ma ha scritto FRAGILE sopra il pacco?"
sgrad: "si, e se mi sta chiedendo il perché è proprio perché è fragile."
tizia3: "sappia che la nostro trasportatore non gliene frega niente di quello che scrive lei"


-----

esco dall'ufficio postale.
piove ancora.
il tizio extra-qualche-stato ha il suo foglietto sudicio in mano e parla al telefono in una lingua incomprensibile.
capisco solo: "poste taliane melda... poste taliane melda..."






lunedì 27 agosto 2012

SI, CIOE'


sappiate che mentre voi siete tutti intenti a lasciare i vostri commenti del cazzo tra un cagat di grillo e l'altra, io sono tutto impegnato a rendere il mondo un posto migliore.
un posto migliore per me, intendo.

lunedì 9 luglio 2012

CHE SI ERA DETTO?


mario, ma non eravamo d'accordo che facevi ste cazzo di riforme necessarie alla crescita economica e poi ti toglievi dai coglioni per lasciare il posto ancora caldo a casini?
e invece che stai a fare?
dichiari che le critiche di squinzi al governo fanno salire lo spread e che è meglio se sta zitto?
ma ti ascolti quando parli?
squinzi fa salire lo spread?
non so se sia più grave la possibilità che lo spread dipenda davvero dalle affermazioni estemporanee di un signor nessuno (il che spiegherebbe però la spirale in cui ci stiamo avviluppando senza via d'uscita), o che sia un mero tentativo di cambiare discorso perché non sai più che pesci pigliare.
un po' come i conti sbagliati della fornero sugli esodati.

a confronto con questa economia del cazzo in balia di squinzi, e sempre in tema di pigliare pesci, sara tommasi mi sembra quasi sensata nel suo dialogo perenne con gli alieni.


mi fa un po' paura, però...
metti che te lo piglia in bocca e poi di punto in bianco ti fa quell'espressione lì.
secondo me rischi di diventare impotente.

venerdì 22 giugno 2012

OMBRETTO


ho capito di essere rapito nei miei pensieri solo quando mi sono reso conto che ero sintonizzato da più di un quarto d'ora su Clio Make-Up.

lunedì 11 giugno 2012

BAU E MIAO


il tg bau e miao ha raggiunto punte di oltre 2 milioni di telespettatori.
ma cosa stiamo qui a fare?

sabato 21 aprile 2012

BOSCAIOLO VS CALCIATORE OVVERO LA MODERNA TEORIA DELL'INTERPRETAZIONE DELLA REALTA'



probabilità che una strafiga ti voglia scopare solo perché sei ricco e famoso: 0 - 1

probabilità di guadagnare milioni di euro con un lavoro divertente: 0 - 1

probabilità che alla tua dipartita parlino di te 12 telegiornali, 4 trasmissioni televisive, 3 riviste: 0 - 1

probabilità che migliaia di persone accorrano tristissime al tuo funerale anche se non ti conoscono: 0 - 1

probabilità che la gente prenda a cuore i rischi della tua professione contro ogni ragionevolezza oggettiva: 0 - 1

quindi abbiamo:

boscaiolo vs calciatore: 0 - 5

morale:

il populismo vince.


giovedì 12 aprile 2012

JASDJA SHDJKV XCJVKXCV


asjasdlk asd kasdj asldkj skd eiu roi jfl nvcbn.
alsfj jksald.
klsdjh asdj sjd lsfkdflkdf.
elsdjh asdk.
aldj ldjfi dfidisdfisdifudifdf.
dfjs k.
sajd ks.
qaskdh asdj lkasjd.
slddk.

venerdì 16 marzo 2012

lunedì 12 marzo 2012

MASTER E SLAVE


nell'ambito dei rappori di coppia rivestono particolare importanza gli episodi in cui un membro della coppia si rende parte attiva nel processo di decisione e l'altro si rende parte passiva.

supponiamo ad esempio che A proponga di andare in ferie e che B non sia d'accordo sulla scelta ma che, alla fine decida di andare dove ha scelto A.
o che entrambi amino una pratica sessuale in cui uno è parte attiva e uno passiva.
per rappresentare tutti questi casi usiamo la seguente notazione:


troviamo così l'elenco ordinato degli episodi che accadono alla coppia in cui indichiamo 1 se l'individuo vuole essere parte attiva nel processo, mentre indichiamo -1 se l'individuo vuole essere parte passiva.
pertanto:
a) se per l'episodio i-esimo sia A che B valgono 1, significa che entrambi vogliono essere attivi, e vi sarà motivo di scontro;
b) se per l'episodio i-esimo sia A che B valgono -1, significa che entrambi vogliono essere passivi, e vi sarà motivo di scontro;
c) se per l'episodio i-esimo A vale 1 e B vale -1, significa che si ha una parte attiva ed una passiva.

definiamo a questo punto lo "scontro" nel seguente modo:


si noti che φ vale 1 nel caso in cui vi sia disaccordo tra A e B, mentre vale 0 in caso di accordo. definiamo inoltre il "disaccordo" come la somma dei primi k "scontri".

in cui il risultato è esattamente il numero di "scontri" manifestati nel corso dei primi "k" episodi.

ne segue:

RAPPORTO STABILE

si dice rapporto stabile il rapporto in cui:


il rapporto stabile è pertanto quel rapporto in cui il numero di scontri nel corso dell'intero rapporto è inferiore ad un numero finito positivo.

RAPPORTO INSTABILE

diversamente dal rapporto stabile, il rapporto instabile è un rapporto in cui il numero di scontri aumenta in maniera inarrestabile col passare del tempo.

questo rapporto porta alla disgregazione della coppia per effetto dei vari "scontri" o per sopravvenuta morte di uno dei due.

RAPPORTO IDEALE

nel rapporto ideale, si va sempre d'accordo, checcazzo:

INNAMORAMENTO

l'innamoramento è quel breve periodo del rapporto in cui il "disaccordo" è nullo nei primi "N" episodi.


è questo il motivo per cui molti sono tratti in inganno pensando che per l'innamoramento valga una sorta di induzione su "n".
del tipo: se ieri andavamo d'accordo e oggi andiamo d'accordo, beh, anche domani andremo d'accordo.
bene: non vale l'induzione su "n" nei rapporti di coppia.
sappiatelo.

TEOREMA DI SGRADEVOLE SUI RAPPORTI DI COPPIA

il teorema di sgradevole sui rapporti di coppia afferma che il rapporto MASTER-SLAVE appartiene all'insieme dei rapporti ideali.
la dimostrazione è banale.
dato che il/la master è sempre parte attiva con valore 1 mentre la\lo slave è sempre parte passiva con valore -1 si ottiene:



meditateci su.


mercoledì 7 marzo 2012

SENT TO: MARIO MONTI



mario, cosa aspetti a dichiarare guerra a questi indiani rotti in culo?

lunedì 5 marzo 2012

SI FA SUL SERIO


nuovo sondaggio.

venerdì 2 marzo 2012

ROCKING HORSE


è una impressione solo mia o il nuovo inno del pdl più che un pezzo di j. ax sembra la sigla di candy candy?



martedì 21 febbraio 2012

HAI STUDIATO AD OXFORD?


esiste al mondo un qualche stronzo figlio di puttana di giornalista del cazzo che dica la parola "performance" con l'accento giusto?

(per non parlare degli idioti di giornalisti nelle trasmissioni sportive che non sanno che la pronuncia di "regime" ha l’accento tonico che cade sulla "i")

lunedì 20 febbraio 2012

NUOVO SONDAGGIO


non si è ancora chiuso l'interessante sondaggio "per un pelo di fica" che già si apre il sondaggio "preferisco".
qui a destra.

giovedì 16 febbraio 2012

SHAME E ALTRA MERDA



andare al cinema con un gruppo di amici la sera di s. valentino e constatare che la sala è piena zeppa neanche fossimo negli anni sessanta, ti fa capire che le coppie del giorno d'oggi scopano poco.
soprattutto se il film in questione è shame.
ma diciamo cosa non è shame.
non è un film sulla sessodipendenza.
non è un film sulla solitudine.
non è un film sulla malattia.
in buona sostanza, non è nemmeno un film.
perché un film è una macchina per raccontare storie.
e in shame di storie non ce ne sono.
a meno che l'uccellone di fassbender in formato sedici-noni non lo faccia assurgere automaticamente a lungometraggio.
(un gran bel cazzo anche da floscio, fassbender, complimenti!)


la verità nascosta, invece, è un po' diverso. ma solo un po'.
qui la storia c'è e, in teoria, non sarebbe neanche male.
se non fosse che la sceneggiatura l'hanno scritta dei diplomati in ragioneria laureatisi poi in sociologia, che sono riusciti a rovinare tutto.
se avessero avuto un minimo di capacità come scrittori avrebbero capito che svelare fin da subito il motivo per cui la protagonista si trova nel bunker è davvero un errore da pivelli.
cazzo: fai vedere subito la tizia dentro, ma senza dire il perché si trovi lì.
poi fai in modo che non si capisca se il fidanzato sappia o meno che lei è lì dentro, ma che si insinui il dubbio.
da lì sviluppi la storia in maniera tale che si ipotizzi sul serio un omicidio... e non con quella puttanata del cadavere ritrovato.
e poi... l'incontro del protagonista con la nuova fiamma... vi prego, una sceneggiata di una banalità sconcertante.
se non fosse stato per la figa in primo piano mentre la tizia si fa la doccia avrei preso il sonno, giuro.

mercoledì 1 febbraio 2012

QR




risposte ai commenti:


martedì 31 gennaio 2012

TIRA PIU' UN PELO DI FIGA...


stavo dando una occhiata al sondaggio "per un pelo di figa" qui a fianco ed ho notato, contro ogni previsione, che "tutta depilata" non sta avendo il successo plebiscitario che mi aspettavo.
anzi, c'è una nutrita schiera di votanti che preferisce la versione "natural".
vedi, alle volte.


giovedì 26 gennaio 2012

CAZZATE DI POCO CONTO E IL METODO ALEJ-SGRAD


mi sono arrivate un sacco di domande in merito al teorema Alej-Sgrad e, sinceramente, non c'ho cazzi di rispondere a tutte.
pertanto risponderò solo a quelle che mi va.
come sempre, del resto.


 - - - - - - - - - -

Caro Sgrad, per quale motivo il teorema di Alej-Sgrad cita anche Alej nel nome? So per certa che non è in grado di risolvere un'equazione di primo grado ad una incognita e dunque ritengo improbabile che abbia dato un contributo serio nella scoperta del teorema.
(Alej)

cara alej, che ti devo dire? suonava bene.

  - - - - - - - - - -

Caro Sgrad, perché ci sono alcune cuspidi sulla coda dei commenti? come si interpeta tale fenomeno alla luce del teorema di Alej-Sgrad?
(qualcosadelgenere, Roma)

caro qdg,
osservazione interessante e degna del tuo acume. posto anche una foto per far comprendere ai lettori meno dotati quale sia il fenomeno a cui ti riferisci.





in buona sostanza, alla funzione esponenziale, si sommano anche altri addendi di minore entità.

tali addendi, o cuspidi, si dividono essenzialmente in due categorie: gli addendi "piera" e gli addendi "insulto":

l'addendo "piera" è generato da un commento che in teoria vorrebbe essere divertente ma in realtà fa talmente cagare che un sacco di gente vorrà esprimere il proprio disappunto (vedi ad esempio il commento di piera del 29 ottobre delle ore 20:09 in "autunno").
l'addendo "insulto", invece, è un vero e proprio insulto che un lettore lancia nei confronti del proprietario del blog (vedi ad esempio il commento di utente anonimo del 26 settembre ore 11:17 in "nadia").
magari non serve nemmeno un vero e proprio insulto. basterà che il lettore si lamenti che il blogger scrive poco, o che la qualità dei pezzi non è più quella di una volta. insomma le tipiche stronzate che scrivono i lettori di qdg.
questi commenti singoli, in sostanza, si comportano da generatori di commenti a sé stanti.
è come se fossero dei micro argomenti all'interno di un post.
ora, applicando il teorema di Alej-Sgrad ad uno di questi commenti, e tenuto conto che Io=1 in quanto il commento generatore è per l'appunto unitario, si ottiene:




si ricava pertanto che, per ogni commento tipo "piera" o "insulto", si generano in media altri 3 commenti aggiuntivi per un totale di 4 commenti.
questo in sostanza spiega il fenomeno delle cuspidi.
pertanto i commenti totali in un post possono essere calcolati, più correttamente, nel seguente modo:




dove gli Ioi con i > = 1 sono le cuspidi.
tale osservazione ci permette di introdurre il "metodo Alej-Sgrad".
a differenza del teorema e del corollario, che non servono ad un cazzo, il metodo dà uno spunto interessante per aumentare il numero di commenti in un blog.
infatti, sfruttando le proprietà dei commento "piera" e "insulto" si può introdurre il commento "troll".


il commento "troll" non è altri che un finto commento di insulti che si può lasciare in un blog per fare in modo che i lettori affezionati reagiscano.
in questo modo, per ogni insulto lasciato, si generano automaticamente altri 3 commenti riparatori.
pertanto la morale è che, se volete fare contento un amico blogger, dovete andare sul suo blog e lasciare un commento anonimo in cui dite che non fa ridere o che è un coglione.


  - - - - - - - - - -

Caro Sgrad, son si capisce l'unità di misura della costante T. Cosa sono, kg?
Btu/(libbre * gradi Rankin)?
Elettronvolt?
Birre?

faccio tutti i passaggi così risulta più chiaro: dall'ultima formula di ricava 1.67 * [T] = [giorni].
ora, dato che 1.67 è un numero, si ricava che [T] è misurata in giorni.
devo fare un power point? cristosanto.


  - - - - - - - - - -

Caro Sgrad, perché invece di una funzione analitica non hai usato una s-pline per l'interpolazione con successiva integrazione numerica? E perché hai usato excel quando potevi usare una libreria dedicata su Matlab?
(Uno studente di ingegneria amico del Conte di Montenegro che ha passato abbondantemente i 28 anni rientrando di diritto nell'elenco degli sfigati)

boh.

 - - - - - - - - - -

Caro Sgrad, a dispetto delle intercettazioni, secondo lei Schettino riuscirà a far credere di essere caduto dentro una scialuppa di salvataggio contro la propria volontà?
(Sig. De Falco, Livorno)

gentile de falco, di solito l'alzata di un gradino misura da 16 a 18 cm.
diciamo dunque che, per inciampare e cadere dalla nave contro la propria volontà, come schettino cerca di far credere, egli dovrebbe essere inciampato su un gradino di altezza inferiore ai 16 cm.
consideriamo per correttezza anche il fatto che all'ora in cui si suppone che schettino sia sceso dalla nave l'inclinazione poteva essere intorno ai 20 gradi.
tenuto conto che un parapetto regolamentare è alto almeno 110 cm si ricava che la sua proiezione verticale è pari a:
110 cm * cos (20) = 103 cm
pertanto, per farla breve, la risposta è: sì.
schettino potrebbe dimostrare di essere caduto dentro una scialuppa, a patto che riesca a dimostare che al momento dell'incidente era improvvisamente diventato alto 103/16*1,80=11 metri.
e sentendo quello che ha detto finora, non mi sento di escludere che possa dare questa spiegazione.

sabato 21 gennaio 2012

IL TEOREMA ALEJ-SGRAD


quante volte si vedono commenti sui blog, soprattutto su quelli con un certo seguito, in cui i lettori fanno a gara per essere i primi a lasciare uno stupido e scialbo commento che attesti il fatto che sono i primi a scrivere una cagata.
avete presente? beh nel mio blog non è mai successo. ma nei blog più famosi lo si vede spesso.
ora mi sono chiesto: è importante questo fenomeno dei "lettori primi"?
sono utili o inutili ai fini del blog?
mi verrebbe da dire inutili, vista la dimensione dell'intelletto dei lettori primi...
però, lo scienziato degno di nobel che alberga dentro di me (si... c'è uno scienziato da nobel dentro di me. è solo che ste cose sono tutte dei magna magna, credete che non lo sappia? è per quello che non lo vincerò mai. stronzi svedesi!) ha cominciato a porsi domande su come vengano lasciati in generale i commenti nei blog.
ho preso così come riferimento due post di un maestro indiscusso della comicità italiana formato 2.0: il grandissimo ed incommensurabile qualcosadelgenere.
ed ho fatto un paio di ragionamenti.
in particolare ho preso in esame due post tra i più rappresentativi in termini di commenti: "gennaio" e "autunno".
grazie ad una macro in excel che a suon di bestemmie (in quanto il formato delle date non risulta compatibile) ha estrapolato i commenti dei due diversi post, è stato possibile effettuare una rappresentazione cartesiana.
i risultati sono facilmente visibili di seguito.



 

 





i grafici hanno confermato quanto la mia mente eccezionale di scienziato sopraffino aveva già ipotizzato senza dati sperimentali.
e cioè che l'andamento non è altri che un esponenziale decrescente.




ciò peraltro è confermato dall'interpolazione (in rosso) della funzione esponenziale come visibile nelle due successive immagini.







a questo punto, con un rapido integrale, si ricava il totale del commenti per post:



il numero totale risulta quindi pari al numero iniziale di commenti moltiplicato per la cosiddetta costante di tempo T detta di Alej-Sgrad.
la cosa importante da osservare, però, è che la costante di Alej-Sgrad non dipende dal post.
si verifica infatti che la costante nei due post, pur essendo estesi su scale temporali molto diverse tra loro, vale sempre circa 4.
questo risultato è peraltro estensibile in generale, qualora il numero di dati a disposizione risulti consistente ed omogeneo.
e così si arriva molto velocemente a quello che diventerà in futuro noto come teorema di Alej-Sgrad.
con un rapido calcolo, si scopre infatti che l'80% dei commenti viene lasciato in un periodo di tempo t* calcolabile nel modo seguente:



e dunque ne discende che l'80% dei commenti viene lasciato nella prima settimana di apparizione del post.



ora, dato che il numero di commenti totale dipende da Io, e cioè dal numero di commenti all'istante t=0, si deduce come i commenti lasciati dai "lettori primi" abbiano un effetto positivo sul numero di commenti totali.

peraltro esiste anche il corollario di Alej-Sgrad il quale, sulla base del teorema suddetto, dimostra che l'intervallo di tempo ottimale tra i vari post, per massimizzare il numero di commenti in un blog, è sempre pari ad una settimana.
infatti un periodo inferiore toglierebbe commenti al post precedente.
un periodo più lungo. invece, disperderebbe la quantità di commenti per effetto dell'esponenziale decrescente.
ovviamente ciò ha interesse solo per i bloggers per cui il numero di commenti ha un qualche valore.
cioè non me, per esempio.


lascio ai lettori più volenterosi la dimostrazione del corollario di Alej-Sgrad.

venerdì 20 gennaio 2012

TITOLO QUALUNQUE


togliamo pure un paio d'anni per buona condotta.
fanno tredici anni in tutto.
per il 2025 schettino sarà pronto per essere accolto come ospite d'onore all'isola dei famosi.
un evento mediatico che la stampa non si lascerà di certo scappare.
così una attempata simona ventura con le tette cadenti potrà urlare dai teleschermi: "naufraghiiiiiiii.....".
non vedo l'ora. mi metto subito un alert sul cellulare...

venerdì 6 gennaio 2012

J. EDGAR - VAFFANCULO AI REGISTI VECCHI



visto che l'ultimo film non si era rivelato una completa delusione, era ovvio che il successivo sarebbe stato una merda.
ed è capitato, in maniera inaspettata, con l'ultima fatica del vecchio (molto vecchio) clint eastwood.
lo dico subito: è un film che riabilita completamente la possibilità di dormire al cinema.
infatti, j. edgar hoover, a capo dell' fbi per oltre quattro decadi, viene presentato per tutto il tempo come una macchietta priva dello spessore che ci si aspetterebbe per un capo del bureau.
un omuncolo fastidioso che blatera per oltre due ore di comunisti, bolscevichi, nemici della libertà e persone che con la loro condotta amorale potrebbero portare alla distruzione della società.
salvo poi constatare che parla bene e razzola malissimo.
praticamente sembra di stare ad un comizio del compianto berlusconi, con la differenza che il tutto è in versione checca isterica invece che bunga-bunga.
si perché la presunta omosessualità di j. edgar, mai confermata, viene qui dichiarata e certificata, anche attraverso una trama omo, così politically correct, che fa rimpiangere "friends".
nutro peraltro il sospetto che l'invecchiamento di di caprio, nelle diverse scene del film, non sia dovuto ai bravissimi truccatori, ma sia reale, e determinata proprio alla lunghezza spropositata del lungometraggio rispetto agli accadimenti della trama.
un altro regista che dovrebbe andare in pensione.