martedì 28 giugno 2011

PAINT YOUR FUCKING LIFE


non so voi.
ma io faccio spesso pensieri erotici su quella tizia di paint your life.
secondo me, infatti, dopo una lunga giornata a passata a piegare cannucce usate per realizzare una praticissima collana terzomondista, ama prenderlo nel culo.
ma nel culo bello profondo, intendo.
deve avere un fidanzato nerboruto con un cazzo di mezzo metro.
la piega a novanta sul tavolino color nero + rosa + oro + nichel + pvc calandole poi le mutandine a livello delle ginocchia.
e con un abile colpo di piede allarga le sue gambette corte.
non gli saliva neanche lo sfintere, prima di spingere dentro la cappella turgida.
l'appoggia solo un attimo sul buco e, quando lei fa quel visino giulivo di quando le mostrano un porta gatto fatto di lattine di birra, lui lo spinge giù per le viscere tutto d'un colpo.
il resto è solo succo che cola denso sul tampax, che resta ben teso un metro più sotto grazie ad un abile gioco di gambe.
e così si morde le labbra mentre pensa ai suoi amici disagiati
al giardiniere frocio che mette delle provette per il piscio sul muschio, all'eco insegnante che prepara camioncini della felicità con dei cartoni del latte e all'altra/o con una faccia che non ti ricordi neanche di che sesso sia.
ovvio che la sera si dovrà sfogare.
porella.

mercoledì 8 giugno 2011

E IO CHE PENSAVO DI SCRIVERE STRONZATE...


"Vo­lete voi che sia abro­gato l’art. 23 bis (Ser­vizi pub­blici lo­cali di ri­le­vanza eco­no­mica) del de­creto legge 25 giu­gno 2008 n.112 “Di­spo­si­zioni ur­genti per lo svi­luppo eco­no­mico, la sem­pli­fi­ca­zione, la com­pe­ti­ti­vità, la sta­bi­liz­za­zione della fi­nanza pub­blica e la pe­re­qua­zione tri­bu­ta­ria” con­ver­tito, con mo­di­fi­ca­zioni, in legge 6 ago­sto 2008, n.133, come mo­di­fi­cato dall’art.30, comma 26 della legge 23 lu­glio 2009, n.99 re­cante “Di­spo­si­zioni per lo svi­luppo e l’internazionalizzazione delle im­prese, non­ché in ma­te­ria di ener­gia” e dall’art.15 del de­creto legge 25 set­tem­bre 2009, n.135, re­cante “Di­spo­si­zioni ur­genti per l’attuazione di ob­bli­ghi co­mu­ni­tari e per l’esecuzione di sen­tenze della corte di giu­sti­zia della Co­mu­nità eu­ro­pea” con­ver­tito, con mo­di­fi­ca­zioni, in legge 20 no­vem­bre 2009, n.166, nel te­sto ri­sul­tante a se­guito della sen­tenza n.325 del 2010 della Corte costituzionale?”.

inutile che vi scervelliate fino a domenica. la risposta è "radice di due".