domenica 30 novembre 2008

TUTTI IN CARROZZA!


provo odio profondo per le coppiette che si piazzano sulle porte dei treni prima della partenza.
lei dentro, lui fuori.
e stanno lì a baciarsi con lo sciocco.
che già è una cosa che provoca ribrezzo di per sé.
poi però ad un certo punto la porta si chiude.
allora si scostano un attimo.
premono il pulsante.
e riprendono a baciarsi da bravi innamoratini.
e così via in un loop tanto lungo quanto irritante.
poi arriva la vecchia con la valigia (lo sapete, c'è sempre una vecchia con la valigia che deve salire all'ultimo momento.)
di solito mi chiede se il treno va di qua o di là. io allora faccio finta di essere straniero: "I'm sorry I don't understand".
la vecchia non ce la fa a salire perchè gli innamoratini non si accorgono nemmeno di stare in mezzo ai coglioni.
parte una bestemmia piano piano. poi la vecchia si fa largo a spintoni.
mi guarda come per chiedere una mano a caricare la valigia.
ma sono troppo impegnato a far finta di cambiare le canzoni sull'i-pod.

eccheccazzo.

venerdì 28 novembre 2008

ECOPALLE, LE MIE

meno male che ci pensa mi manda rai tre a sputtanare le sciocchezze di beppe grillo con le sue ecowashball.
anche se, in realtà, penso che non sia colpa sua.
penso che si in buona fede, povero.
probabilmente è solo un credulone a sua volta.
è che, di tecnologia, semplicemente non ci capisce niente.
putroppo in italia se uno dice di essere Dio e di sapere tutto, molti pensano che possa anche essere vero.
non è difficile: basta parlare ad un pubblico mediocre e raccontare alla gente quello che la gente vuole sentirsi dire.
anche se, nella maggior parte dei casi, la persona in questione non ha alcun titolo per parlare di tali argomenti.
del resto, se c'è gente così scema da credere che le auto ad idrogeno risolvano il problema dell'inquinamento, perché non dovrebbe funzionare anche una palla di plastica dentro una lavatrice?

ma cazzo, sapete cos'è l'idrogeno?
ve lo dico io: non lo sapete. cazzoni.

ma in sostanza cosa volevo dire? che una palla costa 30 euro e ne hanno vendute 2 milioni. se almeno la matematica non è una opinione, il totale fa 60 milioni di euro.
ora chiedo: per fare la pubblicità a questa cazzata all'interno dei sui spettacoli spacciandola per informazione, cosa hanno offerto a beppe grillo, alla facciazza nostra, della scienza e del buon senso?

te lo dò io, il brasile.

SEXPOLITIK 2009


grande novità del mese: l'uscita del calendario sexpolitik 2009.

per farla breve: le berluschine, di età compresa tra i 19 e i 33 anni, sedicenti studentesse universitarie, decidono di impegnarsi per cambiare il mondo della scuola.

si potrebbe essere portati a pensare che una tizia si spogli per finire dentro la cabina di un camion, sulla parete del mio ufficio, o come pegno per aver ha perso una partita a strip-poker con qualcosadelgenere.
invece lo scopo dichiarato è quello di sostenere la riforma della Gelmini contro un modo obsoleto di concepire l'università.
questo progetto, diciamolo, è veramente strampalato.
e questo non tanto perchè la cosa è di per sè ridicola, ma perché quasi nessuna delle tizie in questione frequenta l'università.
il loro curriculum recita però:

- 1) sposata e ragazza-immagine della boxe reggiana
- 2) barista in un pub
- 3) commesa al Conad
- 4) cameriera in procinto di iscriversi a Scienze Politiche (in procinto a 24 anni? con calma, cara. con calma.)
- 5) impiegata
- 6) store-manager in un negozio di abbigliamento (che non è altro che una commessa che cerca di darsi un tono)
- 7) giornalista nel tempo libero (questa è la numero uno!)
- 8) estetista e cantante
- 9) gelataia.


non teniamo conto poi del fatto che la riforma della gelmini non c'entra niente con l'università. questa è una finezza che una gelataia non è in grado di cogliere.

NEW WORLD RECORD

oggi l'intercity della tratta verona-milano ha battuto il record mondiale di fermata-senza-motivo in piena campagna.

immediato il riscontro del portavoce del governo ruandese, detentore del precedente primato.
"detenevamo il record dal 1995, ai tempi della guerra civile tra hutu e tutsi (*). il governo ruandese non può però competere con l'assoluta carenza organizzativa, mancanza di leadership e dabbenaggine che può permettersi un paese avanzato come l'italia. ci complimentiamo pertanto con i vincitori."

replica dei vertici FFS: "sono stati avversari all'altezza. ma se non avessimo predisposto un piano qualità basandoci sui documenti originali della deportazione degli ebrei, non saremmo mai stati in grado di raggiungere dei livelli così bassi di puntualità, di carenza di requisiti igienico-sanitari e di stoccaggio di individui per singolo vagone. in più, questi ci pagano.".


(*)  tragedia di cui tutti se ne sono allegramente sbattuti i coglioni.

martedì 25 novembre 2008

BELIEVE IT OR NOT

"Vladimir Luxuria, con la sua vittoria contro i pregiudizi,  riscatta le sorti della sinistra."

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

AND THE WINNER IS...

adesso vi spiego come si fa a riconoscere un bel film da un film del cazzo prima ancora di averlo visto.
voi direte, bella forza. anche perché dopo che lo hai visto lo capisci.

e invece no, stando ai responsi del botteghino.

di solito in un film del cazzo conta l'attore protagonista mentre in un film appena appena decente conta il regista.
in un film del cazzo di solito il titolo si compone di un binomio d'effetto tipo "the core", "virus letale" o "tropic thunder" (articolo-sostantivo, sostantivo-aggettivo).

un film del cazzo esce regolarmente durante le festività.

per un film del cazzo non si dice chi è il regista o l'attore, però si dice che è stato candidato all'oscar.

un film del cazzo può anche parteciapre come infiltrato al sundance festival. ma solo ogni tanto.

un film del cazzo di solito ha un seguito del cazzo, il quale è accompagnato da un suffisso del cazzo tipo 2, 3, ecc.

DIRITTI E ROVESCI

i diritti acquisiti non esistono.
è chiaro?
nella maggior parte non sono altro che ruberie partorite dalla mente lobbistica di qualche politicante idiota.
e se ne contano a tonnellate, in italia.
di politicanti idiota, intendo.

voglio vedervi affogare nei vostri diritti acquisiti un po' alla volta. lentamente.

perché ogni volta che qualcuno percepisce uno stipendio che non ha prodotto, c'è qualcuno che ha prodotto uno stipendio che non ha percepito.
non è poi così difficile il concetto, se vi impegnate un pochino. brutti stronzi.

buona serata. acquisitori di diritti altrui. vi tengo d'occhio.

lunedì 24 novembre 2008

ITALIANI COLOR MERDA


uno/a che un giorno fa il parlamentare.
ed il giorno dopo è immerso in una vasca piena di fango color merda.
non c'è dubbio. siamo proprio il paese che meritiamo di essere.

SGRADEVOLE CONTRO CAPO-IMBATTIBILE #1



dopo essersi rotto le palle a sufficienza, sgradevole si dirige verso l'uscita passando per l'ufficio della nuova assunta del secondo piano quando, sul più bello, viene intercettato da capo-imbattibile.

capo-imbattibile:   beh, cosa fai, te ne vai dopo sola mezza giornata di lavoro?
sgradevole:   come mezza giornata? ma se ho lavorato dodici ore di fila!
capo-imbattibile:  infatti, dodici ore, non sono mezza giornata?

sabato 22 novembre 2008

SANTO SUBITO



a dispetto di tutte le teorie scientifiche, il lampione di fronte a casa mia ha iniziato a lacrimare sangue (*).





(*) o forse è di quel tizio che ci è andato a sbattere l'altro giorno con la bici. non so.

giovedì 20 novembre 2008

SI, LA VITA E’ TUTTA UN FILM!


una volta, in un film, ho visto la scena seguente:

un bambino in piena notte entra nella camera dei genitori.
tira il papà per un braccio e, quando questo alla fine si sveglia, gli chiede: "papà, papà, ma cos'è la vita?".
il papà allora guarda il bambino negli occhi con aria solenne e gli risponde: "tesoro, la vita è una stronzata, e poi muori."
il bambino non aggiunge una parola e se ne va fuori da coglioni lasciando che il padre si goda il meritato riposo dopo una dura giornata di lavoro.

non credo serva aggiungere altro.
se i genitori imparassero ad educare i propri figli da certi film, ci sarebbero molti idioti in meno in circolazione. questo è certo.

mercoledì 19 novembre 2008

PETS

posso dire che mi stanno un po' sulle palle quelli che vivono in simbiosi con i loro pulciosi animaletti domestici?
tipo quelli che vai a cena da loro. preamboli perfetti. poi arriva pussy, la gattina coccolosa.
la padrona di casa se la coccola per bene,  poi le dà con le mani un bocconcino da assaggiare e si fa leccale le dita.
pussy, pussy! amore di mamma!
e poi sistema la cena con le mani leccate.
perchè è un animaletto delizioso e pulitissimo, sai?

dov'è il bagno? in fondo a destra.
prendo pussy di nascosto.
l’istinto è quello di portarla in bagno con me ed usarla per pulirmici il culo.
ma sono troppo raffinato.
mi ci pulisco solo le suole delle scarpe.

lunedì 17 novembre 2008

DENTI 2



il film "DENTI" (Teeth) scritto e diretto da Mitchell Lichtenstein è stata la rivelazione dell'anno (questo almeno secondo i miei amici, che hanno usato la parola sundance festival a più riprese per convincermi a vederlo).

il film narra di una ragazza della middle class americana, vergine, tutta casa e chiesa, che ad un certo punto della sua vita inizia a scopare come una matta.
fin qui niente di strano, viste le premesse, se non fosse che si scopre che ha i denti nella figa e che trancia di netto l'arnese a tutti gli uomini con cui copula, uccidendoli per dissanguamento.
all'inizio del film la poveretta è distrutta dal rimorso. c'è da capirla: uccidere uomini a morsi, con la figa, getterebbe chiunque nella disperazione più nera.
poi però si rende conto che, in fin dei conti, trombare non le dispiace affatto.
anzi.
e continua così a mietere vittime a destra e a manca.

con il seguito, "DENTI 2", la cui uscita è prevista per l'inizio del 2009, la leggiadra biondina decide di smettere di fare all'amore per evitare una strage di membri.  e trascorre garrula le giornate aggiornando un blog che spiega come evitare le vaginiti da miceti.
questo almeno fino al giorno in cui decide di darsi al sesso anale.
si scopre infatti, con il secondo episodio della saga, che la ragazzina c'ha i denti pure in culo, e così riparte ad uccidere a più non posso, facendo strage degli amanti del sesso alternativo.

bello, bello, il sundance festival, non c'è che dire.


domenica 16 novembre 2008

PENSA SE NON CI AVESSI PROVATO



Normal
0
14






MicrosoftInternetExplorer4





/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:"Times New Roman";}


la settimana scorsa non mi funzionava l'adsl. così sono stato costretto col vecchio analogico a 56k.
mentre lo usavo ho notato che nella maggior parte dei siti la gente carica:

- foto fatte da altri
- materiale erotico di recupero, spacciato per vita vissuta
- musica fatta da altri
- video fatti da altri

così, essendomi rotto il cazzo di aspettare mezz’ora per vedere cazzate a caso, sono andato su opzioni del browser ed ho tolto tutti gli oggetti da caricare.
e, pensa un po', il 70% dei siti risulta più interessante così.
adesso provo a vedere se riesco ad impostare il monitor in bianco e nero.

evvaffanculo all'adsl.

sabato 15 novembre 2008

IL MIO UMORE MUSICALE

mi ispirano sempre molta tenerezza quei siti (di solito di squisita fattura femminile) che associano all'umore del giorno un determinato brano musicale.
di solito c'é laura pausini, la tatangelo, celine dion e via discorrendo.

voglio fare anche io questo bellissimo gioco.

il mio umore di oggi è  Mescalinum United - We Have Arrived (Aphex Twin Remix)

giovedì 13 novembre 2008

LA TALPA #2

melita ansima profondamente come se la stessero trapanando con una ruspa.
poi tossisce e sputacchia come se avesse ingoiato qualcosa.
voce fuori campo: "da brava, apri la bocca.. così".

...

poi la perego comincia a leggere il diario di melita e la magia se ne va come d'incanto.

(ma perché cazzo di motivo ho la televisione sintonizzata su questo canale di merda?)

LA TALPA

"dai simona, prendi il serpente in bocca."
"dai, è facile. è come quando dai un bacino."
"tocca a trentalance. dai franco, prendi in bocca quello grosso."
"melita, prendilo in bocca! eh, ci hai preso gusto..."
"non ce la faccio è troppo grande!"
"attenta non morderlo, gli fai male."
"è troppo grosso, non va dentro."
"devi prenderlo con dolcezza, non ti preoccupare, non morde. devi metterlo dentro"

certo che, sto programma, se non facessero vedere le immagini... sarebbe quasi eccitante.

IL GRANDE CAPO

un giorno il grande capo mi chiama dal suo cubicolo tecnologico.
è grasso e pelato.
e stronzo.
egocentrico e presuntuso.
un vero capo, insomma.

mi dice: sai che ieri ho conosciuto una gran figa su internet e l'ho scopata la sera stessa?

sgradevole:   ...
grande capo:   beh, non mi credi?
sgradevole:   mah, così, su due piedi...
grande capo:   ah, è così? non mi credi?
sgradevole:   no, non è che non ci credo, però mi pare strano, insomma, una gran figa, internet, la sera stessa...
grande capo:   bene, vieni qui allora, ti mostro la mail che mi ha mandato, c'è anche la foto allegata.

...

sgradevole:   cazzo, ma è proprio lei nella foto?
grande capo:   si, proprio lei.
sgradevole:   allora si che ci credo...

martedì 11 novembre 2008

USCITA A QUATTRO


l'amico marco procura due donne per la serata in qualche saldo di fine stagione.
non si capisce come mai, ma a me tocca la vecchiona.
andiamo verso il locale stabilito e quando entriamo scopriamo che la clientela è molto più giovane di quanto ci aspettassimo.

vecchiona: sapete che ho sentito dire che in questo locale c'è l'abitudine di scambiarsi di posto tra i diversi tavoli per conoscere altra gente?
sgradevole: tipo che ti mando ad un tavolo qui vicino ed in cambio me ne mandano due da vent'anni?
vecchiona: sei proprio uno stronzo. guarda che se è per questo in cambio di te, me ne danno quattro.
sgradevole: si, quattro, di lunghezza standard però.

lunedì 10 novembre 2008

VIAGRA

.....

sara: sai poi cosa faccio certe sere?
sgradevole: no, cosa?
sara: preparo il minestrone.
sgradevole: e che c'è di strano?
sara: senza che lo sappia gli sciolgo mezza pastiglia di viagra dentro il piatto.
sgradevole: sei proprio una incorreggibile maiala. ma non potevi pensare un modo un po' più carino per scopare tutta la notte con il tuo uomo?
sara: non hai capito. la sera del minestrone io me ne vado a letto prima, dicendo che ho mal di testa. così, giusto per essere un po' stronza.

.....

venerdì 7 novembre 2008

The use of a neural net MLP (Multilayer, Perceptron)

volevo scrivere un post per parlarvi un po' delle reti neurali MLP a separazione lineare, e delle applicazioni che le associano alle reti fuzzy.

poi ci ho riflettuto un attimo:

la metà di quelli che usano internet non sanno leggere e guardano solo le figure.
la metà di quelli che sanno leggere, leggono solo frasi molto semplici e non troppo articolate.
la metà
di questi ultimi non sanno fare due più due, figurarsi a spiegare il concetto di teoria dei valori incerti.
inoltre la metà di quelli che sanno fare di conto ce l'hanno troppo piccolo (dimensionalmente parlando).
e siamo già ad un sedicesimo dei lettori che, passando di qua, potrebbero forse leggere il post.
considerando che passa una persona al mese non posso giocarmela con un argomento del genere.
per cui niente.
checcazzo di sfigati che siete.
vado a cercare su google una foto di maria de filippi da postare.

lunedì 3 novembre 2008

LECTOR IN FABULA

cara lettrice, ti posso far assaggiare una cosa che contiene vitamine, proteine e sali minerali fra i quali lo zinco, la famosa molecola anti-invecchiamento?

va consumata fresca.

mandami un messaggio privato con numero di telefono e foto.
se hai i requisiti minimi di ammissibilità, verrai contattata dal sottoscritto.
poi verrò con comodo a casa tua a spiegarti di che si tratta.


SGRADEVOLE TI SPIEGA COME ESSERE TOP MANAGER E NON CAPIRE UN CAZZO

PARTE 1 - IMPARARE DAL CAPO: LA RIUNIONE EFFICACE

arriva una mail di capo-dei-capi.
a dispetto di tutto quello che è stato scritto sull'organizzazione del lavoro dai tempi della costruzione delle piramidi in poi, nella mail non c'è l'oggetto, e la descrizione riporta solo: è atteso in riunione nell'ufficio di capo-dei-capi il giorno xxx alle ore yyy.
checcazzo, penso, è la questione zzz. lo sapevo che dovevo sbrigarmi a risolvere quella questione, e invece me ne sono sbattuto allegramente i coglioni. doveva pur accorgersene qualcuno. non poteva essere altrimenti. porca troia.

il giorno xxx alle ore yyy meno delta y (per sicurezza), sgradevole si trova esattamente di fronte alla porta dell'ufficio di capo-dei-capi all'ultimo piano del palazzo sperando di confondersi con il ficus.

però capo-dei-capi nota sgradevole in posa zen di fianco alla pianta e lo invita ad entrare: bene, bene, giusto lei. mi dica quello che mi deve dire, che ho poco tempo.

(segue flusso ininterrotto di sgradevole, che cerca di inventarsi una spiegazione plausibile del perché, riguardo la questione zzz, non abbia ancora risolto un cazzo.)

capo-dei-capi: sgradevole, le posso domandare una cosa: ma perchè ha chiesto una riunione con me oggi?
sgradevole: ma, veramente, è lei che ha chiesto una riunione con me il giorno xxx all'ora yyy. è questo il motivo per cui mi trovavo qui, del resto.
capo-dei-capi: davvero? che strano. beh, sappia che della questione zzz non me ne frega un cazzo.

ore 19 dello stesso giorno. squilla il cellulare di sgradevole. (è capo-dei-capi)

capo-dei-capi: sono capo-dei-capi, mi è venuto in mente cosa volevo chiederle. mi serve una relazione completa di 700 pagine sulla questione kkk. ah, per domani mattina alle 7, ovvio. a proposito, mi scriva una memorandum anche sulla questione zzz, già che c'è.

domenica 2 novembre 2008

AL CELLULARE

lei: stai usando l'auricolare?
io: si, perchè?
lei: non riesco a capire. oggi mentre telefoniamo sento sempre un rumore fastidioso di sottofondo. lo senti che tu?
io: si. certo.
lei: e che cosa è?
io: penso si tratti della tua voce.

HALLOWEEN - LA NOTTE


riassunto.

quartetto di zoccole stile zia porno-soft che se la menano sul divanetto, una delle quattro trascorre tutto il tempo a grattarsi l'interno coscia, tenendo bene le gambe spalancate verso gli astanti (perizoma nero, ndr).
sosia invecchiata (per quanto possibile) di carmel lasorella con minigonna aderente e gambaletti fishnet black maglia larga (credevo che sopra i 22 anni fossero vietati per legge, ndr).
2 trans (però mi sa che l'amico marco non l'aveva mica capito, perchè li addocchiava con aria interessata, ndr).
zia e nipote a bere appoggiate al bancone schifando tutti gli approcci destinati ad orizzontarle direttamente sul divanetto di fianco.
giovane ubriaca che vomita addosso alla sua amica del cuore.
rissa con partecipazione di giovane proveniente da famiglia bene, con dotazione di autoreggenti 20 denari, per una questione di tavoli riservati (tanga in pizzo, ndr).
"donna-attempata-della-compagnia" tenta di provocarmi carezzandomi con disinvoltura il didietro. l'unica cosa che riesce a provocarmi è un subitaneo senso di nausea.

una noia, insomma.