mercoledì 31 dicembre 2008

NON LEGGETE QUESTO POST PER NESSUN MOTIVO



Normal
0
14






MicrosoftInternetExplorer4





/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:"Times New Roman";}


chi legge questo post a capodanno, non scopa tutto l’anno.
 
cazzo. troppo tardi.
vi avevo avvertiti.

martedì 30 dicembre 2008

MENU DI CAPODANNO


sgradevole: che dici, preparo i tagliolini all’astice domani?

amica G.: ah, guarda, basta che fai tutto tu come l’ultima volta.
a me fanno un po’ impressione.
che poi quando li metti nell’acqua bollente fanno tutti quei rumorini, prima di morire.
ti ricordi che sei rimasto più impressionato di me?
a me fa solo schifo prepararli, ma poi li mangio.
eccome.
gli astici sono fatti per essere mangiati.
mica come certi pesci inutili sul fondo dell’oceano.
non ti piacerebbe essere come un astice?
pagato a peso d’oro per essere mangiato?
“guardi signora che bell’esemplare.“
“ha pure una montatura di occhiali striata di blu.”
ti comprerebbe.
poi ti porterebbe a casa.
ti metterebbe nella pentola.
e poi, quando hai finito di fare i rumorini, vuol dire che sei pronto.
allora ti tira fuori e ti mangia.

sgradevole: opto per delle crespelle ai funghi.

GRAZIE


il mese scorso sono andato a cena fuori.
la tavolata era composta solo da ragazze e da un tizio sconosciuto, amico di una di queste.
nell'ora scarsa che è rimasto con noi ha parlato di politica, cultura, sesso e società.
ha detto così tante cazzate condite con idiozie e luoghi comuni che io, che me ne sono rimasto praticamente zitto a fare i cazzi miei, ho fatto un figurone.
non sono mai sembrato così fico agli occhi di una tavolata femminile con così poco sforzo.
volevo solo ringraziarti, ecco.

coglione.

lunedì 29 dicembre 2008

IL MIO FRIGO



Normal
0
14






MicrosoftInternetExplorer4





/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:"Times New Roman";}

il mio frigo, non è un frigo vero e proprio.
e questo per il motivo che non produce freddo, in quanto la spina non è mai attaccata alla presa.
starei per ore a spiegarvi che un frigo in realtà non produce freddo ma semplicemente sposta calore da una fonte fredda verso una fonte calda mediante l’introduzione di lavoro meccanico.
ma sarebbe tempo perso.
già non capite come usare il telecomando della tv.
figuriamoci.

beh, insomma, stavo dicendo…

l’altra sera arrivo a casa che mi ero appena comprato una bottiglia di birra.
ma non mi andava mica di berla calda.
la birra calda, che merda.
insomma entro nel mio appartamento e mi trovo di fronte al problema del frigo perennemente staccato.
allora ho acceso il frigo.
ho inserito la birra nel comparto freezer.
sono rimasto seduto mezz’ora di fronte al frigo fissandolo intensamente.
ho preso la birra.
ho staccato nuovamente la spina dalla presa.
e me la sono bevuta.

starete pensando: ma non facevi prima a metterla fuori del balcone, con questo freddo?
certo che no.
i balconi non li ho mai aperti.

domenica 28 dicembre 2008

DOMANDA


un mio amico vorrebbe sapere cosa pensereste se ci provasse con la migliore amica della sua ex, tenuto conto che la sua ex ormai è felicemente sistemata da un pezzo.

idee? consigli? modalità di approccio? fatemi sapere la vostra idea che poi gliela dico.

EROS E TANATOS


posso dire che i blog erotici hanno proprio rotto i coglioni?

ma, dico, che c'è di erotico in un collage di foto rubate qua e là in maniera pseudo-casuale?
foto belle, certo, ma se lo scopo è mostrare un po' di tette fotografate bene, almeno scansionate un buon libro della taschen e piazzatelo intero sul vostro blog.
prendere robe a caso e fare semplicemtne crtl+c e ctrl+v non mi sembra questo gran traguardo artistico.

lo so, lo so. state per dirmi che non ci sono lo le foto. ci sono anche i testi di accompagnamento alle foto giusto?

ok. allora sapete che vi dico?
fate anche voi un blog erotico. tanto basta prendere a rotazione una delle frasi seguenti e completarla a piacimento con delle banali ovvietà:

1 - sento le tue mani che bla bla...
2 - sento il tuo respiro affannoso che bla bla...
3 - spingi contro di me e bla bla bla...
4 - Guardo la tua bocca la bacio e bla bla bla...
5 - Toccami e disegna sul mio corpo un mare di curve...
6 - Fammi sentire i brividi leccandomi e bla bla bla...
7 - Fa' che il mio corpo esploda con il tuo e bla bla bla...

e non so perchè, ma ogni volta mi viene sempre in mente quel passaggio della canzone che parlava di queste "gine lollofrigide, che messe orizzontali son più pudiche di un frate"
.
vuoi mettere il buon vecchio bukowski quanto potrebbe insegnare a certi pivelli pornografi in erba?

AMICI


amico informatico: certo che, a ripensarci, cazzo, come è cambiata la tecnologia!
sgradevole: già.
amico informatico: solo fino ad una decina di anni fa te le sognavi delle prestazioni di rete come quelle attuali.
sgradevole: puoi dirlo.
amico informatico: pensare che le foto porno erano disegnate con i caratteri ascii e le guardavo sui monitor a fosfori verdi nella sala di controllo.
sgradevole: guarda che ti confondi con matrix...
amico informatico: ah, già.

sabato 27 dicembre 2008

IL PERFETTO VICINO DI CASA


scrive artemisio82: "sgradevole saresti un perfetto vicino di casa, di quelli che non ti salutano e non pretendono tu lo faccia".

ti dirò: sono tre anni che vivo in un appartamento e, i miei vicini, non so neanche che faccia abbiano.
il mio segreto? nessun nome sul campanello, una cartello sulla porta con scritto "do not disturb" ed un frigo sempre vuoto.

WANNA COME?


sms di amica della ex: sgradevole, vieni con noi al cinema, oggi?
sms di sgradevole: può darsi, ma vorrei essere sicuro che non venga anche ex con il suo nuovo tipo. sai, per evitare inutili imbarazzi.
sms di amica della ex: si, capisco. potrebbe essere un po' fastidioso, per te.
sms di sgradevole: io veramente mi stavo preoccupando per lui. sai, nel confronto...

EX AEQUO

amica della ex incontra sgradevole nel locale in centro.

amica della ex: buon natale sgradevole, volevo dirti che la tua ex si è felicemente fidanzata e sta proprio bene.
sgradevole: non essere invidiosa, le passerà presto.

venerdì 26 dicembre 2008

SGRADEVOLE IL SAGGIO


sgradevole il saggio, avvedutosi che amico M. ci sta provando con una tizia, espone il suo alto pensiero ad amica R.:


"se lei mi avesse sorriso tanto quanto sta sorridendo a lui in questo momento, a quest'ora sarebbe già incinta.
"

SMS - STUPID MESSAGE SENDING


ieri mi sono trovato in difficoltà. si, insomma... arriva questo sms della mia ex ex con scritto il solito ed impersonale: tanti auguri di buon natale.
lì per lì penso di cancellare semplicemente il messaggio.
si, intendo, cosa mi mandi un messaggio di auguri dopo 4 anni che non ci sentiamo?
ti sembra veramente una buona idea?

però è natale, cazzo. dopotutto mi hai fatto gli auguri.
mica posso fare proprio lo stronzo in questa maniera.

ci penso un po'.

mi vengono in mente 3 sms possibili di risposta.

- ciao, hai sbagliato numero.

- ciao, nel caso non te lo ricordassi bene, ti odio.

- ciao, buon natale anche a te. e visto che sei in vena di fare fioretti, che ne dici di venire qui a farmi un pompino?

no, non va bene nessuno dei tre. meglio che ci penso un altro po'.
vediamo... il motorola ha dei messaggi predefiniti. bene, bene. sia mai che uno faccia al caso mio.

eccoli:

1) sono  in riunione
2) quando inizia la riunione?
3) qual'è il tuo numero?
4) richiamami
5) dove ci vediamo
6) dove sei?
7) a dopo
8) arrivo in ritardo
9) eccomi
10) grazie mille!


resto un po' sconcertato che i primi due sms dell'elenco riguardino le riunioni. mi conferma che la gente va in riunione un po' alla leggera, in italia. senza pianificare bene tempi e modi. ma poi penso che siamo a natale, chiccazzo se ne fotte delle riunioni.

passo al terzo della lista.
a parte l'apostrofo di troppo, penso che è veramente strano che si possa mandare un sms a qualcuno del quale non si conosce il numero.
bah, misteri della tecnologia.

niente. non vanno bene.

devo ripiegare su un classico: buon natale anche a te.

e che non si dica che non ho un cuore.

mercoledì 24 dicembre 2008

DON'T TRY THIS AT WORK


capo: sto preparando la tua scheda di valutazione di fine anno.

sgradevole: speriamo che sia brutta.

capo: perchè?

sgradevole: perchè così posso togliermi la soddisfazione di fartela pagare.




[io ho provato. vuoi mettere che figata?]

PER OPPORTUNA CONOSCENZA


lo so che leggendo questo blog, straripante di amore verso gli altri e sempre incline a dare fiducia al prossimo, uno non lo penserebbe mai.
però ho un pessimo carattere.

domenica 21 dicembre 2008

FINCHE' MORTE NON VI SEPARI


quanto mi piace passeggiare in centro, la domenica, nei giorni che precedono le sante festività!
ho contato più coppie infelici che babbi natale scalatori.

AI CONFINI DELLA REALTA'

quattro chiacchiere al bar.

sgradevole: stasera viene anche amica R.?
amica K.: no, non viene. è andata alla convention di forza italia perchè lì ci vanno quelli coi soldi e vuole sistemarsi.
sgradevole: cameriera, un martini liscio. e lasci pure qui la bottiglia.

giovedì 18 dicembre 2008

KARMACOMA


nel 2005, dopo un grave trauma cranico, una ragazza era stata dichiarata in stato vegetativo permanente.
poi però è stata sottoposta ad un intervento neurochirurgico.
e, miracolo inatteso, adesso è in grado di essere nutrita da un'altra persona, senza l'aiuto del sondino, e di obbedire a semplici comandi quali "seduta", "attacca" e riportare il bastone.
tralascerò per delicatezza il fatto che, per comandarla, è necessario utilizzare degli elettrodi piantati nel cervello e collegati ad un nintendo wii.

è inutile dire a questo punto che sono d'accordo nel praticare l'eutanasia.
soprattutto per certi medici.

martedì 16 dicembre 2008

JACK SHEPHERD



una volta sono andato ad un seminario sulla leadership.
per farla breve il tizio sosteneva che il leader si manifesta in maniera automatica quando la situazione si fa difficile per la maggior parte dei mortali.
tipo su lost.
lo smidollato jack, che nella vita normale è un inutile dottorino dell'azienda sanitaria locale, appena approdato sull'isola diventa leader indiscusso di un folto gruppo di disperati.
il tizio del seminario ha poi dimostrato, dati alla mano, che i leaders tendono a manifestarsi durante:

- guerre
- calamità naturali
- gravi problematiche sociali che coinvolgono un numero elevato di individui
- recessioni
- ed altre disgrazie varie, da toccarsi le palle solo a sentirle

è stato allora che nella mia mente si è insinuato il dubbio.

ho chiesto al tizio: "mi scusi, se è vero quello che dice, mi sento di affermare con certezza che la leadership  è una cosa di cui avere paura e che il leader è una persona da evitare con cura, in quanto la sua sola presenza è foriera di sfiga e disastri vari."

tizio: "non l'avevo mai vista sotto questo aspetto, in effetti"

credo che da quel giorno il tizio in questione sia partito anche lui per l'isola di lost.

lunedì 15 dicembre 2008

QUELLO CHE LE DONNE PENSANO DI ME #1


”sembreresti estroverso, simpatico e molto interessante. ma di sicuro sei pieno di problemi.”

sabato 13 dicembre 2008

LA FELICITA' PORTA FORTUNA - I FILM DI MERDA, NO

non so come, ma mi hanno convinto ad andare a vedere "la felicità porta fortuna" di mike leigh.
deve essere stata la capacità innata di travisare la realtà da parte di alcuni conoscenti radical chic.
infatti i radical chic hanno la convinzione che certe cagate abbiano un valore. contro ogni logica e buon senso.
tipo andate da un radical chic a parlare male di kieslowski. non ne andrete fuori vivi. ma mica perchè la trilogia l'hanno capita. no, neanche per sogno.
non ci hanno capito un cazzo come tutti gli altri. ma devono sostenere che si, è una grande opera d'arte. anche se non sanno dire perché.

questo, invece, è un film che parla di una donna scema ed è rivolto ad un pubblico di donne sceme.
perchè solo una donna scema può entrare in collisione orbitale con la protagonista. meglio ancora se è un pubblico formato da 30-35 enni alla ricerca di un uomo. cioè se sono in quella fase della loro vita in cui il loro essere acido le rende ancora più fastidiose.
la tizia in questione è infatti una trentenne zitella talmente scema che probabilmente è stata lobotomizzata da piccola.
fa la maestra e, soprattutto, si veste di merda.

seguono un numero imprecisato di dialoghi improbabili, insulsi, inutili, fasulli e fortemente fastidiosi rispettivamente con:

- istruttore di scuola guida paranoico nazista
- barbone sotto effetto di alcool
- ragazzo che diventerà il suo fidanzato

bonus di idiozia per il dialogo con il barbone in cui lui, per quindici minuti di seguito, farfuglia cose a caso assolutamente incomprensibili e lei, per non sembrare scortese, fa sì con la testa (a questo punto la maggior parte della sala è entrata in piena fase rem).
è sostanzialmente un film di autocommiserazione delle trentenni sole, per convincersi che sono un po' speciali e darsi un po' di coraggio a vicenda, e che è la vita che non dà loro la possibilità di riscattarsi.
si sentono frasi del tipo "dove sono gli uomini veri?". beh, te lo dico io dove sono. almeno ad un centinaio di km da casa tua. questo è certo.

vi starete domandando perché non abbia semplicemente dormito come la maggior parte degli altri spettatori? perchè il film era troppo brutto. ed oltre un certo livello di bruttezza non mi si concilia il sonno.
fanculo mike leigh ed ai registi insulsi cui l'età fà lo stesso effetto del peperoncino a chi soffre di emorroidi.

ma il meglio è venuto fuori durante il dialogo con quello che diventerà poi il suo ragazzo (per inciso un povero coglione).

lui: ho conosciuto una ragazza
lei: davvero? chi è?
lui: non te lo posso dire
lei: si, si dai dimmelo!
lui: no, no, non voglio.
lei: si, si, dimmelo!
lui: è una maestra. ed è molto bella. (*)
lei: hi, hi.

(*) NDR: bella??!?? si vabbè.

devo dire una volta ho usato anche io questo dialogo per provarci con una tipa. ma, accidenti, ero in seconda elementare.
e siccome ve lo state chiedendo: sì, lei era la mia maestra.
l'ho lasciata quando ha cominciato a pretendere una relazione troppo seria.

venerdì 12 dicembre 2008

SONDAGGIO : IL REGALO PIU' STRONZO


una volta fui invitato da una ragazza alla sua festa di compleanno.
la poveretta, anche se decisamente graziosa, non poteva contare su un seno prosperoso.
un suo amico le regalò una cartuccia di silicone saratoga, di quello per sigillare le finestre, con tanto di pistola dosatrice.
lei la prese pure bene, tutto sommato.
lo ringraziò con aria divertita, e scartò gli altri regali.
che, se ero io al suo posto, glielo infilavo in culo. il silicone. con la pistola e tutto.
penso che quello fu il regalo più stronzo cui assistetti.

e voi, ne avete uno più stronzo, di cui raccontare?

giovedì 11 dicembre 2008

PENSIERO DELLA SETTIMANA

sono troppo didascalico.

intendo che, in questo momento, mi trovo in mutande, con le dita nel naso, e scorreggio alla grande.
ma era meglio se non lo dicevo.
appunto.

BEI TEMPI, QUELLI



Normal
0
14






MicrosoftInternetExplorer4





/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:"Times New Roman";}


una volta, alle medie, la prof. ci chiese cosa avremmo voluto fare alle scuole superiori.
ognuno disse la propria idea.
chi il liceo, chi l'istituto tecnico.
una mia compagna disse: "io andrò a fare ragioneria perchè mi piace ragionare".

credo che adesso batta in periferia.

mercoledì 10 dicembre 2008

MORS TUA


questa mattina pensavo...
chissà quante volte vi è capitato di andare su un blog, e scoprire che non viene più aggiornato da diversi mesi, o magari da un anno.
chissà in quanti casi il motivo dipende dal fatto che il tizio in questione, nel frattempo, è morto.

martedì 9 dicembre 2008

LIFE IS NOW


ci sono dei giorni in cui, nella mia mente, tutto ciò che mi circonda diventa comprensibile.
sono giorni in cui il senso della vita mi si palesa sotto forma di sensazioni.
non ho la percezione di quale sia il motivo esatto del perché ciò accada.
sento però che in quel momento ogni cosa trova la sua precisa collocazione nell'universo.
e che, in un solo istante, si compie tutto ciò che è giusto.

come ieri mattina.
tutto mi è apparso all'istante chiaro e intelligibile. e l'armonia del creato si è palesata per un istante.
la cosa strana è che il tutto ha avuto luogo mentre me ne stavo seduto sul water.
giocando a snake II con il cellulare.

lunedì 8 dicembre 2008

LICKING YOUR PANTS


amico sbruffone rivolto ad una amica: pensa che io riesco ad indovinare il colore delle mutande che una porta, anche al buio. mi basta leccarle per capirlo.

sgradevole (per non essere da meno): anche io sono capace. è che non sono ancora molto bravo e mi riesce solo con il rosso.

sabato 6 dicembre 2008

PILLOLA ROSSA, PILLOLA BLU

potete perdere un quarto d'ora ubriacandovi con gli amici nella speranza di farvi la biondina all'altro tavolo. oppure leggendo stronzate su un blog come questo.
o anche lavando l'auto, facendo spese all'ikea, o cercando di convincervi che la vostra inutile esistenza abbia un senso, dopo tutto.

potete perdere un quarto d'ora per scegliere il nuovo lcd natalizio da mettere nel vostro soggiorno del cazzo.
oppure potete usare il vostro quarto d'ora per vedere questo corto e, alla fine,  non rimanere con la sgradevole sensazione di aver perso del tempo.

oggi vi do la possibilità di scegliere: pillola blu oppure Jonas Åkerlund -  Try Short Film

venerdì 5 dicembre 2008

BENNY BENASSI


devo ammettere che il colpetto di tosse a metà del video è assolutamente geniale.

TRIP TO MARS

due ragazzi alla macchinetta distributrice di merendine.
lui fa incetta di merendine al cioccolato, mou e nocciole.

lei lo guarda con aria un po' superiore e gli dice: "ma credi di esser così magro da potertele permettere?"
lui ci resta un po' di merda e, abbassando lo sguardo, borbotta a mezza voce: "beh, forse no, hai ragione".
si nota che, con la tipa, è un po' in difficoltà.
continuano a parlare così del più e del meno.
lui ogni tanto alza lo sguardo verso di lei. sembra che lei gli piaccia davvero molto.
lui morde una delle succulente barrette, tenendo in mano le altre.
ad un certo punto, dato che la conversazione si fa lunga, tende la mano con le merendine verso la ragazza.
lui: "che dici? ne vuoi una?"
lei apprezza il gesto di generosità: "grazie! se davvero molto gentile."
allunga la mano per prendere un mars.
lui allora ritrae la mano di scatto e le dice: "col cazzo! credi di esser così magra da potertele permettere?"

mercoledì 3 dicembre 2008

TIME, OH TIME


secondo un sondaggio promosso dall'autorevole rivista "time", tra i migliori 100 film di tutti i tempi ci sono "alla ricerca di nemo" e "il signore degli anelli".

non vedo l'ora di dirlo a lars von trier.

ITALIANI POPOLO DI VIAGGIATORI A UFO

italiani rientrati: "peccato sia durato poco"

volti rilassati, sorridenti: "siamo stati indirizzati verso un hotel a cinque stelle nel pieno centro di bangkok.  ci siamo rilassati con saune e massaggi: un vero paradiso. peccato sia finita così in fretta".

mi sembrano come quegli stronzi che vanno a fare le vacanze nel sesto mondo tipo "donna avventura"  e poi restano intrappolati dentro ad una grotta, o in mano ai ribelli, o rinchiusi in galera, o ancora in bermuda sul cucuzzolo di una montagna e via discorrendo.

esigo che il parlamento prenda atto che gli italiani che vanno all'estero in vacanza sono una massa critica di coglioni.
e come tali devono essere trattati.
che a spendere i soldi dei contribuenti (cioè i miei, alla fine della fiera) per permettere loro di tornare a casa e ripartire come nulla fosse, mi sono rotto il cazzo.
che non è possibile che questi stronzi si sentano come se fossero all'isola dei famosi con i soldi degli altri.
il nuovo decreto legge che esigo venga varato dal governo dovrà essere:

D.P.R. 354/08 : "chi va all'estero in posti del cazzo, e si mette nei guai, son cazzi suoi. che resti lì."


martedì 2 dicembre 2008

SGRADEVOLE CONTRO CAPO-IMBATTIBILE #2

...


sgradevole sta urlando contro capo-imbattibile tutto il suo disappunto riguardo la gestione di certi lavori.


capo-imbattibile: si, sgradevole, capisco. sei molto contrariato.
devo essere sincero, non voglio farti cambiare idea riguardo tutta la faccenda.
mi basta che ti adegui.


...

NO, WE CAN'T

intervento deciso di veltroni: "l'iva sulla pay tv è un costo che grava sulle famiglie".


povero walter, mi piange il cuore se penso che presto scoprirà che l'iva c'è anche su un sacco di altre cose.

FACEBOOK #3


Izzy domanda: "ma allora se scorro tutte le foto di facebook trovo anche la tua???"

sgradevole risponde: "no. trovi quella di eva henger".

FACEBOOK #2


Izzy domanda: "non mi dirai che sei su facebook???"

sgradevole risponde: "certo! sono registrato con il nome eva henger".

lunedì 1 dicembre 2008

FACEBOOK


se non altro con facebook hai una certezza nella vita.
che, per il momento, risulti più bravo di un computer ad indovinare parole scritte in neretto con dei caratteri di merda.

ALLE CENE FARSI I CAZZI PROPRI #1



amica B.: ... e poi è inutile negarlo. le donne, a differenza degli uomini, sono molto più impegnate.

amica G.: lo pensi davvero?

amica B.: ma certo! pensaci, una donna si sbatte per la famiglia, si sbatte per il lavoro, si sbatte per la casa....

sgradevole: certe volte la donna in questione si sbatte anche amico R.

(cala un attimo il gelo, ma poi amica B. si riprende con filosofia)

amica B.: sei proprio un coglione!

(amico R. diventa color rosso traffico RAL 3020.)

domenica 30 novembre 2008

TUTTI IN CARROZZA!


provo odio profondo per le coppiette che si piazzano sulle porte dei treni prima della partenza.
lei dentro, lui fuori.
e stanno lì a baciarsi con lo sciocco.
che già è una cosa che provoca ribrezzo di per sé.
poi però ad un certo punto la porta si chiude.
allora si scostano un attimo.
premono il pulsante.
e riprendono a baciarsi da bravi innamoratini.
e così via in un loop tanto lungo quanto irritante.
poi arriva la vecchia con la valigia (lo sapete, c'è sempre una vecchia con la valigia che deve salire all'ultimo momento.)
di solito mi chiede se il treno va di qua o di là. io allora faccio finta di essere straniero: "I'm sorry I don't understand".
la vecchia non ce la fa a salire perchè gli innamoratini non si accorgono nemmeno di stare in mezzo ai coglioni.
parte una bestemmia piano piano. poi la vecchia si fa largo a spintoni.
mi guarda come per chiedere una mano a caricare la valigia.
ma sono troppo impegnato a far finta di cambiare le canzoni sull'i-pod.

eccheccazzo.

venerdì 28 novembre 2008

ECOPALLE, LE MIE

meno male che ci pensa mi manda rai tre a sputtanare le sciocchezze di beppe grillo con le sue ecowashball.
anche se, in realtà, penso che non sia colpa sua.
penso che si in buona fede, povero.
probabilmente è solo un credulone a sua volta.
è che, di tecnologia, semplicemente non ci capisce niente.
putroppo in italia se uno dice di essere Dio e di sapere tutto, molti pensano che possa anche essere vero.
non è difficile: basta parlare ad un pubblico mediocre e raccontare alla gente quello che la gente vuole sentirsi dire.
anche se, nella maggior parte dei casi, la persona in questione non ha alcun titolo per parlare di tali argomenti.
del resto, se c'è gente così scema da credere che le auto ad idrogeno risolvano il problema dell'inquinamento, perché non dovrebbe funzionare anche una palla di plastica dentro una lavatrice?

ma cazzo, sapete cos'è l'idrogeno?
ve lo dico io: non lo sapete. cazzoni.

ma in sostanza cosa volevo dire? che una palla costa 30 euro e ne hanno vendute 2 milioni. se almeno la matematica non è una opinione, il totale fa 60 milioni di euro.
ora chiedo: per fare la pubblicità a questa cazzata all'interno dei sui spettacoli spacciandola per informazione, cosa hanno offerto a beppe grillo, alla facciazza nostra, della scienza e del buon senso?

te lo dò io, il brasile.

SEXPOLITIK 2009


grande novità del mese: l'uscita del calendario sexpolitik 2009.

per farla breve: le berluschine, di età compresa tra i 19 e i 33 anni, sedicenti studentesse universitarie, decidono di impegnarsi per cambiare il mondo della scuola.

si potrebbe essere portati a pensare che una tizia si spogli per finire dentro la cabina di un camion, sulla parete del mio ufficio, o come pegno per aver ha perso una partita a strip-poker con qualcosadelgenere.
invece lo scopo dichiarato è quello di sostenere la riforma della Gelmini contro un modo obsoleto di concepire l'università.
questo progetto, diciamolo, è veramente strampalato.
e questo non tanto perchè la cosa è di per sè ridicola, ma perché quasi nessuna delle tizie in questione frequenta l'università.
il loro curriculum recita però:

- 1) sposata e ragazza-immagine della boxe reggiana
- 2) barista in un pub
- 3) commesa al Conad
- 4) cameriera in procinto di iscriversi a Scienze Politiche (in procinto a 24 anni? con calma, cara. con calma.)
- 5) impiegata
- 6) store-manager in un negozio di abbigliamento (che non è altro che una commessa che cerca di darsi un tono)
- 7) giornalista nel tempo libero (questa è la numero uno!)
- 8) estetista e cantante
- 9) gelataia.


non teniamo conto poi del fatto che la riforma della gelmini non c'entra niente con l'università. questa è una finezza che una gelataia non è in grado di cogliere.

NEW WORLD RECORD

oggi l'intercity della tratta verona-milano ha battuto il record mondiale di fermata-senza-motivo in piena campagna.

immediato il riscontro del portavoce del governo ruandese, detentore del precedente primato.
"detenevamo il record dal 1995, ai tempi della guerra civile tra hutu e tutsi (*). il governo ruandese non può però competere con l'assoluta carenza organizzativa, mancanza di leadership e dabbenaggine che può permettersi un paese avanzato come l'italia. ci complimentiamo pertanto con i vincitori."

replica dei vertici FFS: "sono stati avversari all'altezza. ma se non avessimo predisposto un piano qualità basandoci sui documenti originali della deportazione degli ebrei, non saremmo mai stati in grado di raggiungere dei livelli così bassi di puntualità, di carenza di requisiti igienico-sanitari e di stoccaggio di individui per singolo vagone. in più, questi ci pagano.".


(*)  tragedia di cui tutti se ne sono allegramente sbattuti i coglioni.

martedì 25 novembre 2008

BELIEVE IT OR NOT

"Vladimir Luxuria, con la sua vittoria contro i pregiudizi,  riscatta le sorti della sinistra."

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

ah ah ah ah ah

AND THE WINNER IS...

adesso vi spiego come si fa a riconoscere un bel film da un film del cazzo prima ancora di averlo visto.
voi direte, bella forza. anche perché dopo che lo hai visto lo capisci.

e invece no, stando ai responsi del botteghino.

di solito in un film del cazzo conta l'attore protagonista mentre in un film appena appena decente conta il regista.
in un film del cazzo di solito il titolo si compone di un binomio d'effetto tipo "the core", "virus letale" o "tropic thunder" (articolo-sostantivo, sostantivo-aggettivo).

un film del cazzo esce regolarmente durante le festività.

per un film del cazzo non si dice chi è il regista o l'attore, però si dice che è stato candidato all'oscar.

un film del cazzo può anche parteciapre come infiltrato al sundance festival. ma solo ogni tanto.

un film del cazzo di solito ha un seguito del cazzo, il quale è accompagnato da un suffisso del cazzo tipo 2, 3, ecc.

DIRITTI E ROVESCI

i diritti acquisiti non esistono.
è chiaro?
nella maggior parte non sono altro che ruberie partorite dalla mente lobbistica di qualche politicante idiota.
e se ne contano a tonnellate, in italia.
di politicanti idiota, intendo.

voglio vedervi affogare nei vostri diritti acquisiti un po' alla volta. lentamente.

perché ogni volta che qualcuno percepisce uno stipendio che non ha prodotto, c'è qualcuno che ha prodotto uno stipendio che non ha percepito.
non è poi così difficile il concetto, se vi impegnate un pochino. brutti stronzi.

buona serata. acquisitori di diritti altrui. vi tengo d'occhio.

lunedì 24 novembre 2008

ITALIANI COLOR MERDA


uno/a che un giorno fa il parlamentare.
ed il giorno dopo è immerso in una vasca piena di fango color merda.
non c'è dubbio. siamo proprio il paese che meritiamo di essere.

SGRADEVOLE CONTRO CAPO-IMBATTIBILE #1



dopo essersi rotto le palle a sufficienza, sgradevole si dirige verso l'uscita passando per l'ufficio della nuova assunta del secondo piano quando, sul più bello, viene intercettato da capo-imbattibile.

capo-imbattibile:   beh, cosa fai, te ne vai dopo sola mezza giornata di lavoro?
sgradevole:   come mezza giornata? ma se ho lavorato dodici ore di fila!
capo-imbattibile:  infatti, dodici ore, non sono mezza giornata?

sabato 22 novembre 2008

SANTO SUBITO



a dispetto di tutte le teorie scientifiche, il lampione di fronte a casa mia ha iniziato a lacrimare sangue (*).





(*) o forse è di quel tizio che ci è andato a sbattere l'altro giorno con la bici. non so.

giovedì 20 novembre 2008

SI, LA VITA E’ TUTTA UN FILM!


una volta, in un film, ho visto la scena seguente:

un bambino in piena notte entra nella camera dei genitori.
tira il papà per un braccio e, quando questo alla fine si sveglia, gli chiede: "papà, papà, ma cos'è la vita?".
il papà allora guarda il bambino negli occhi con aria solenne e gli risponde: "tesoro, la vita è una stronzata, e poi muori."
il bambino non aggiunge una parola e se ne va fuori da coglioni lasciando che il padre si goda il meritato riposo dopo una dura giornata di lavoro.

non credo serva aggiungere altro.
se i genitori imparassero ad educare i propri figli da certi film, ci sarebbero molti idioti in meno in circolazione. questo è certo.

mercoledì 19 novembre 2008

PETS

posso dire che mi stanno un po' sulle palle quelli che vivono in simbiosi con i loro pulciosi animaletti domestici?
tipo quelli che vai a cena da loro. preamboli perfetti. poi arriva pussy, la gattina coccolosa.
la padrona di casa se la coccola per bene,  poi le dà con le mani un bocconcino da assaggiare e si fa leccale le dita.
pussy, pussy! amore di mamma!
e poi sistema la cena con le mani leccate.
perchè è un animaletto delizioso e pulitissimo, sai?

dov'è il bagno? in fondo a destra.
prendo pussy di nascosto.
l’istinto è quello di portarla in bagno con me ed usarla per pulirmici il culo.
ma sono troppo raffinato.
mi ci pulisco solo le suole delle scarpe.

lunedì 17 novembre 2008

DENTI 2



il film "DENTI" (Teeth) scritto e diretto da Mitchell Lichtenstein è stata la rivelazione dell'anno (questo almeno secondo i miei amici, che hanno usato la parola sundance festival a più riprese per convincermi a vederlo).

il film narra di una ragazza della middle class americana, vergine, tutta casa e chiesa, che ad un certo punto della sua vita inizia a scopare come una matta.
fin qui niente di strano, viste le premesse, se non fosse che si scopre che ha i denti nella figa e che trancia di netto l'arnese a tutti gli uomini con cui copula, uccidendoli per dissanguamento.
all'inizio del film la poveretta è distrutta dal rimorso. c'è da capirla: uccidere uomini a morsi, con la figa, getterebbe chiunque nella disperazione più nera.
poi però si rende conto che, in fin dei conti, trombare non le dispiace affatto.
anzi.
e continua così a mietere vittime a destra e a manca.

con il seguito, "DENTI 2", la cui uscita è prevista per l'inizio del 2009, la leggiadra biondina decide di smettere di fare all'amore per evitare una strage di membri.  e trascorre garrula le giornate aggiornando un blog che spiega come evitare le vaginiti da miceti.
questo almeno fino al giorno in cui decide di darsi al sesso anale.
si scopre infatti, con il secondo episodio della saga, che la ragazzina c'ha i denti pure in culo, e così riparte ad uccidere a più non posso, facendo strage degli amanti del sesso alternativo.

bello, bello, il sundance festival, non c'è che dire.


domenica 16 novembre 2008

PENSA SE NON CI AVESSI PROVATO



Normal
0
14






MicrosoftInternetExplorer4





/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:"Times New Roman";}


la settimana scorsa non mi funzionava l'adsl. così sono stato costretto col vecchio analogico a 56k.
mentre lo usavo ho notato che nella maggior parte dei siti la gente carica:

- foto fatte da altri
- materiale erotico di recupero, spacciato per vita vissuta
- musica fatta da altri
- video fatti da altri

così, essendomi rotto il cazzo di aspettare mezz’ora per vedere cazzate a caso, sono andato su opzioni del browser ed ho tolto tutti gli oggetti da caricare.
e, pensa un po', il 70% dei siti risulta più interessante così.
adesso provo a vedere se riesco ad impostare il monitor in bianco e nero.

evvaffanculo all'adsl.

sabato 15 novembre 2008

IL MIO UMORE MUSICALE

mi ispirano sempre molta tenerezza quei siti (di solito di squisita fattura femminile) che associano all'umore del giorno un determinato brano musicale.
di solito c'é laura pausini, la tatangelo, celine dion e via discorrendo.

voglio fare anche io questo bellissimo gioco.

il mio umore di oggi è  Mescalinum United - We Have Arrived (Aphex Twin Remix)

giovedì 13 novembre 2008

LA TALPA #2

melita ansima profondamente come se la stessero trapanando con una ruspa.
poi tossisce e sputacchia come se avesse ingoiato qualcosa.
voce fuori campo: "da brava, apri la bocca.. così".

...

poi la perego comincia a leggere il diario di melita e la magia se ne va come d'incanto.

(ma perché cazzo di motivo ho la televisione sintonizzata su questo canale di merda?)

LA TALPA

"dai simona, prendi il serpente in bocca."
"dai, è facile. è come quando dai un bacino."
"tocca a trentalance. dai franco, prendi in bocca quello grosso."
"melita, prendilo in bocca! eh, ci hai preso gusto..."
"non ce la faccio è troppo grande!"
"attenta non morderlo, gli fai male."
"è troppo grosso, non va dentro."
"devi prenderlo con dolcezza, non ti preoccupare, non morde. devi metterlo dentro"

certo che, sto programma, se non facessero vedere le immagini... sarebbe quasi eccitante.

IL GRANDE CAPO

un giorno il grande capo mi chiama dal suo cubicolo tecnologico.
è grasso e pelato.
e stronzo.
egocentrico e presuntuso.
un vero capo, insomma.

mi dice: sai che ieri ho conosciuto una gran figa su internet e l'ho scopata la sera stessa?

sgradevole:   ...
grande capo:   beh, non mi credi?
sgradevole:   mah, così, su due piedi...
grande capo:   ah, è così? non mi credi?
sgradevole:   no, non è che non ci credo, però mi pare strano, insomma, una gran figa, internet, la sera stessa...
grande capo:   bene, vieni qui allora, ti mostro la mail che mi ha mandato, c'è anche la foto allegata.

...

sgradevole:   cazzo, ma è proprio lei nella foto?
grande capo:   si, proprio lei.
sgradevole:   allora si che ci credo...

martedì 11 novembre 2008

USCITA A QUATTRO


l'amico marco procura due donne per la serata in qualche saldo di fine stagione.
non si capisce come mai, ma a me tocca la vecchiona.
andiamo verso il locale stabilito e quando entriamo scopriamo che la clientela è molto più giovane di quanto ci aspettassimo.

vecchiona: sapete che ho sentito dire che in questo locale c'è l'abitudine di scambiarsi di posto tra i diversi tavoli per conoscere altra gente?
sgradevole: tipo che ti mando ad un tavolo qui vicino ed in cambio me ne mandano due da vent'anni?
vecchiona: sei proprio uno stronzo. guarda che se è per questo in cambio di te, me ne danno quattro.
sgradevole: si, quattro, di lunghezza standard però.

lunedì 10 novembre 2008

VIAGRA

.....

sara: sai poi cosa faccio certe sere?
sgradevole: no, cosa?
sara: preparo il minestrone.
sgradevole: e che c'è di strano?
sara: senza che lo sappia gli sciolgo mezza pastiglia di viagra dentro il piatto.
sgradevole: sei proprio una incorreggibile maiala. ma non potevi pensare un modo un po' più carino per scopare tutta la notte con il tuo uomo?
sara: non hai capito. la sera del minestrone io me ne vado a letto prima, dicendo che ho mal di testa. così, giusto per essere un po' stronza.

.....

venerdì 7 novembre 2008

The use of a neural net MLP (Multilayer, Perceptron)

volevo scrivere un post per parlarvi un po' delle reti neurali MLP a separazione lineare, e delle applicazioni che le associano alle reti fuzzy.

poi ci ho riflettuto un attimo:

la metà di quelli che usano internet non sanno leggere e guardano solo le figure.
la metà di quelli che sanno leggere, leggono solo frasi molto semplici e non troppo articolate.
la metà
di questi ultimi non sanno fare due più due, figurarsi a spiegare il concetto di teoria dei valori incerti.
inoltre la metà di quelli che sanno fare di conto ce l'hanno troppo piccolo (dimensionalmente parlando).
e siamo già ad un sedicesimo dei lettori che, passando di qua, potrebbero forse leggere il post.
considerando che passa una persona al mese non posso giocarmela con un argomento del genere.
per cui niente.
checcazzo di sfigati che siete.
vado a cercare su google una foto di maria de filippi da postare.

lunedì 3 novembre 2008

LECTOR IN FABULA

cara lettrice, ti posso far assaggiare una cosa che contiene vitamine, proteine e sali minerali fra i quali lo zinco, la famosa molecola anti-invecchiamento?

va consumata fresca.

mandami un messaggio privato con numero di telefono e foto.
se hai i requisiti minimi di ammissibilità, verrai contattata dal sottoscritto.
poi verrò con comodo a casa tua a spiegarti di che si tratta.


SGRADEVOLE TI SPIEGA COME ESSERE TOP MANAGER E NON CAPIRE UN CAZZO

PARTE 1 - IMPARARE DAL CAPO: LA RIUNIONE EFFICACE

arriva una mail di capo-dei-capi.
a dispetto di tutto quello che è stato scritto sull'organizzazione del lavoro dai tempi della costruzione delle piramidi in poi, nella mail non c'è l'oggetto, e la descrizione riporta solo: è atteso in riunione nell'ufficio di capo-dei-capi il giorno xxx alle ore yyy.
checcazzo, penso, è la questione zzz. lo sapevo che dovevo sbrigarmi a risolvere quella questione, e invece me ne sono sbattuto allegramente i coglioni. doveva pur accorgersene qualcuno. non poteva essere altrimenti. porca troia.

il giorno xxx alle ore yyy meno delta y (per sicurezza), sgradevole si trova esattamente di fronte alla porta dell'ufficio di capo-dei-capi all'ultimo piano del palazzo sperando di confondersi con il ficus.

però capo-dei-capi nota sgradevole in posa zen di fianco alla pianta e lo invita ad entrare: bene, bene, giusto lei. mi dica quello che mi deve dire, che ho poco tempo.

(segue flusso ininterrotto di sgradevole, che cerca di inventarsi una spiegazione plausibile del perché, riguardo la questione zzz, non abbia ancora risolto un cazzo.)

capo-dei-capi: sgradevole, le posso domandare una cosa: ma perchè ha chiesto una riunione con me oggi?
sgradevole: ma, veramente, è lei che ha chiesto una riunione con me il giorno xxx all'ora yyy. è questo il motivo per cui mi trovavo qui, del resto.
capo-dei-capi: davvero? che strano. beh, sappia che della questione zzz non me ne frega un cazzo.

ore 19 dello stesso giorno. squilla il cellulare di sgradevole. (è capo-dei-capi)

capo-dei-capi: sono capo-dei-capi, mi è venuto in mente cosa volevo chiederle. mi serve una relazione completa di 700 pagine sulla questione kkk. ah, per domani mattina alle 7, ovvio. a proposito, mi scriva una memorandum anche sulla questione zzz, già che c'è.

domenica 2 novembre 2008

AL CELLULARE

lei: stai usando l'auricolare?
io: si, perchè?
lei: non riesco a capire. oggi mentre telefoniamo sento sempre un rumore fastidioso di sottofondo. lo senti che tu?
io: si. certo.
lei: e che cosa è?
io: penso si tratti della tua voce.

HALLOWEEN - LA NOTTE


riassunto.

quartetto di zoccole stile zia porno-soft che se la menano sul divanetto, una delle quattro trascorre tutto il tempo a grattarsi l'interno coscia, tenendo bene le gambe spalancate verso gli astanti (perizoma nero, ndr).
sosia invecchiata (per quanto possibile) di carmel lasorella con minigonna aderente e gambaletti fishnet black maglia larga (credevo che sopra i 22 anni fossero vietati per legge, ndr).
2 trans (però mi sa che l'amico marco non l'aveva mica capito, perchè li addocchiava con aria interessata, ndr).
zia e nipote a bere appoggiate al bancone schifando tutti gli approcci destinati ad orizzontarle direttamente sul divanetto di fianco.
giovane ubriaca che vomita addosso alla sua amica del cuore.
rissa con partecipazione di giovane proveniente da famiglia bene, con dotazione di autoreggenti 20 denari, per una questione di tavoli riservati (tanga in pizzo, ndr).
"donna-attempata-della-compagnia" tenta di provocarmi carezzandomi con disinvoltura il didietro. l'unica cosa che riesce a provocarmi è un subitaneo senso di nausea.

una noia, insomma.

venerdì 31 ottobre 2008

HALLOWEEN

halloween fa cagare. e fin qui non ci sono dubbi.
perché è una festa americana che non significa un cazzo di niente.

che ci siano dei bambini idioti che, spinti dai genitori middle-class-obama-compliant, si divertono a rompere il cazzo ai vicini, può andare anche bene.


purché io non rientri nell'elenco dei vicini. ovvio.


ma voi, vecchie befane sui 35, che andate sempre a spasso con la vostra amica del cuore perché siete troppo acide e rancorose verso l'universo perché qualcuno vi possa filare di striscio,
voi che siete già conciate per halloween tutti i giorni, lasciate perdere. state tranquille a casa a guardare i dvd delle puntate vecchie di sex and the city.
così almeno c'è una buona possibilità che stasera si trovi una bella festa soft-porno in maschera.
e allora sì che halloween acquista un significato.

martedì 28 ottobre 2008

FUR

pensi di aver visto tutta la merda possibile.
il peggio del peggio.
pensi di aver già  affrontato i tuoi incubi più oscuri, e di averla fatta franca.

poi, una sera, vedi una tizia che va in giro per strada con un furetto al guinzaglio ed il cappotto.
non lei. il furetto.
è allora che ti rendi conto che la fine del mondo è vicina.

venerdì 24 ottobre 2008

DREAMING OF LINDA

la notte scorsa ho sognato linda.
ho sognato di quando passavamo le giornate assieme, e di come lei era sempre carina con me.
di quando passavamo le ore a fare l'amore sul divano, e poi passavamo alla cucina.
poi di nuovo sul divano. ed infine di nuovo in cucina.
ma per mangiare, questa volta.
lei di solito mi leccava l'orecchio e mi sussurrava maialate che non avevo mai neanche osato immaginare.
io allora la prendevo da dietro e afferando con la mano i suoi biondi capelli sciolti,  la facevo ondeggiare ritmicamente verso di me.
e la facevo urlare come non mai.
poi mi sono svegliato.
la banana ancora in canna
le palle sudate.
la luce filtrava un po' attraverso l'infisso di legno.
me ne sono rimasto a letto. per un po' ho fissato il soffitto.
da solo come un cane.
ho cercato sul cellulare il suo numero. niente. dovevo averlo cancellato dopo quell'ultima furibonda litigata.
dopo che mi aveva scoperto in cucina con Alexa, la sua migliore amica.
e non stavamo mangiando.
è stato allora che mi sono reso conto di una cosa incredibile.
che in vita mia non ho mai conosciuto nessuna linda.
vai a capire alle volte i sogni...

giovedì 23 ottobre 2008

DICEVA IL SAGGIO

"ho paura di scoprire libertà che non voglio avere".

chissà di quali libertà stava parlando.
non saprei. ma ad esempio:

1)  libertà di fallire i propri obiettivi
2)  libertà di decidere di essere infelice
3)  libertà di gettare tutto alle ortiche
4)  libertà di poter vivere di espedienti
5)  libertà di dire di no ad una donna

potrebbero essere un buon inizio.

mercoledì 22 ottobre 2008

GOLDEN LADY

bella, bella, bella pubblicità

"Alcuni  vedono solo i 12 centimetri dei miei tacchi, altri il colore del rossetto o la lunghezza della gonna, qualcun altro solo il taglio dei miei capelli. quello che vedo io è che non basta una semplice occhiata per capirmi davvero..."

guarda, non te ne dare a male, ma io ho visto solo gambe, tette e culo e ti ho capita all'istante.
e, devo dire, niente male, bella maialona.

POLITICALLY CORRECT

cena. tavolata piena. lei non da spazio a nessuno e racconta di come non riesce a rimanere incinta.
eppure si impegna, col suo nuovo compagno.
patapim e patapum tutte le sere.
ma... niente da fare.

va avanti così per una buona mezz'ora. io sto per prendere il sonno e gli altri cominciano a dare segni di cedimento.

ad un certo punto la interrompo e dico: "perché per una volta non provi a prenderlo davanti anziché dietro? magari dipende da questo."
risatone grasse.
non ha più detto una sola parola e non mi parlerà mai più.
perfetto.


domani si replica.

ASSUNTO FONDAMENTALE DELLA TELEVISIONE

in prima serata si possono vedere:

film con malati terminali
film con drogati che muoiono soffocati dai loro stessi conati di vomito
film in cui ammazzano persone al ritmo di dieci al minuto
film con costantino/alex l'ariete e perfino nino d'angelo
film in cui due vecchi trascorrono le vacanze di natale in posti esotici con seguito di mogli troie e vacche di ogni specie


i film porno, però, no. perché non sta bene che si vedano cose brutte.


vado a bermi uno spritz

martedì 21 ottobre 2008

DISCLAIMER


avviso per i lettori:
a differenza degli altri blog, questo è perfettamente inutile.
e se ne vanta.

TEOREMA DI NON RECIPROCITA' DEGLI EFFETTI


se io comprassi un paio di occhiali come quelli che usa johnny deep per darsi un tono da intellettuale, i miei amici mi prenderebbero per il culo fino alla morte.
mi direbbero per certo che sembro un minchione con la faccia di merda.
per contro, se johnny deep comprasse i miei, sarebbe sicuramente trendyssimo.

PLUXUS

ah, che bello.
ieri ho comprato questo cd meraviglioso.
vabbeh meraviglioso magari no. ma, straordinariamente bello, questo si.
'pluxus', si chiamano.
potreste anche sentirli su myspace se solo ne capiste appena quattro acche di musica.
ma voi preferite rimanervene nelle vostre caverne da beoni quali siete.
si vabbeh, i 'boards of canada' sono anche meglio e allora?
di sicuro 'geodaddy', però 'music has the right to children'.... non saprei.
comunque va bene così.
sempre un secolo luce dalle stronzate che ascoltate voi di solito.

e 'i.s.a.n.'?

ma cosa sto a perdere tempo con voi...  nino d'angelo, eros,  napule è mille culure,  è a voce de' criature, e bim bum bam via discorrendo.

HEISENBERG ERA MIO NONNO

ragionavo su quanto è grande il numero di atomi che ci stanno intorno.
lo so che sembra una stronzata, ed infatti lo è.
però pensate un attimo: in un bicchiere ci sono circa 200 grammi d'acqua, pari a (10 elevato alla 25) molecole. magari questo numero non vi dice niente, però se prendiamo il nostro bicchiere e rovesciamo il bicchiere nel mare e supponiamo che le molecole d'acqua vadano a mescolarsi con tutte le molecole d'acqua di tutti i mari della terra, e poi andiamo a casa e prendiamo un bicchiere d'acqua dal rubinetto (ovviamente dopo un tempo adeguato a permettere il rimescolamento), in esso troveremo 2000 molecole d'acqua appartenenti al bicchiere che avevamo versato nel mare.
ciò può sembrare di nessuna rilevanza, però se ci pensate bene, l'urina non è altro che acqua, alla fine dei conti.
e un bicchiere è quello che una persona piscia mediamente in un giorno.
pertanto, avendo un po' di tempo per aspettare, possiamo affermare con certezza che, prima o poi, tutti si bevono un po' di acqua che è passata per i sacri orifizi intimi di tutti gli altri.

vado a bermi un gin tonic

lunedì 20 ottobre 2008

STAVO PENSANDO

vorrei dirvi che siete dei poveri stronzi, se non fosse per il timore che lo prendiate come un complimento.

CURRICULUM VITAE

una che una volta era mia amica mi ha consigliato di aggiornare il mio curriculum.

mi ha detto: "aggiungi pure tra le tue competenze un'antipatia fuori del comune".

PARIS HILTON

se non leggete di persona cosa ha scritto nel suo "libro" di "memorie" (sti cazzi) non ci potete credere.
non che io lo abbia fatto, intendiamoci, ma ci ho buttato l'occhio in libreria per convencermi che forse mi sbagliavo ad essere così prevenuto.


ed invece mi sa che adesso devo delle scuse ad un sacco di persone.


e mi sa che tra queste c'è anche qualcosadelgenere .


ho deciso per il bene dell'umanità che proporrò un referendum per condannare a morte tutte quelle che le vogliono assomigliare.
sarebbe ora che in italia un referendum venisse proposto per un buon motivo. se poi riuscissimo anche ad abrogare la hilton...

COROLLARIO AL POST PRECEDENTE

dicesi telegiornale un contenitore di notizie di cui a qualcuno importi almeno una minima parte.


corollario: studio aperto non è un telegiornale.


evvaffanculo a chi se lo guarda.

TIGGI'

ma io dico. come è possibile che in un telegiornale trasmettano un servizio su benedetta parodi che suggerisce piatti seplici e gustosi direttamente dai fornelli di casa sua, e tutto ciò venga recepito come una cosa del tutto normale?
 

BUBBLE-SORT O QUICK-SORT?

sto cercando di mettere in ordine di inutilità decrescente questi cosi e, sono indeciso se utilizzare il metodo bubble-sort o quick-sort:

1 - mannheimer renato
2 - klaus davi
3 - bevilacqua alberto
4 - il tizio che fa la voce di lucignolo
5 - platinette
6 - il bidello dell'isola dei famosi

non è mica facile, cazzo.

domenica 19 ottobre 2008

CHI BEN COMINCIA

bene, rincoglioniti, proviamo a vedere come funziona sto cesso di posto.